News

Donne dei Sibillini – di Stefano Ardito

Per far rinascere i Monti Sibillini e i loro borghi, occorre partire dalla forza, dalla tenacia, dalla creatività delle donne. E anche dal loro dolore, condiviso con gli uomini, iniziato con i terremoti dell’estate e dell’autunno del 2016 e che per molte prosegue ancora oggi. 

E’ questo il senso dell’incontro “Donne dei Sibillini – Bellezza e dignità del territorio” che si svolgerà domenica 10 giugno, dalle 10.30 alle 18, a Pintura di Bolognola, in una delle zone del massiccio più colpite dalle scosse di due anni fa. 

A promuoverlo, insieme al Comune e alla Pro Loco di Bolognola, sono l’associazione Progetto Re-Cycle e il gruppo “Un aiuto concreto per i Sibillini”. Importante anche il ruolo di Legambiente e della ong ActionAid, impegnata nelle aree terremotate di Lazio, Abruzzo, Umbria e Marche. Ha dato il patrocinio il Parco Nazionale dei Monti Sibillini.

Il senso dell’evento è di raccontare la bellezza e la dignità del territorio attraverso la voce delle donne che stanno resistendo sui Sibillini. Arriveranno donne di tutte le età, dai Comuni umbri e marchigiani” spiega Francesca Pedanesi, che ha ideato l’iniziativa in rappresentanza di “Un aiuto concreto per i Sibillini”. 

Ognuna di queste donne sarà capace di raccontare in modo diretto, chiaro ed emozionante la sua appartenenza al territorio e l’amore che diviene forza inarrestabile davanti a qualsiasi difficoltà”. 

A intervistare le donne dei Sibillini, domenica a Pintura di Bolognola, sarà la giornalista e conduttrice televisiva Concita De Gregorio. 

Appennino, attualità, Monti Sibillini, Stefano Ardito
Marica Tidei

Davanti al suo microfono, racconteranno le loro storie amministratori pubblici come Cristina Gentili, sindaco di Bolognola, e gli assessori Valentina Remigi (Visso), Silvia Belli (Fiastra), Manuela Brandimarte (Norcia) e Rita Simonelli (Comunanza), e donne che lavorano in campi molto diversi.

Si potranno ascoltare le esperienze di guide escursionistiche come Maria Gaetana Barrelli e Rosangela Censori, e di educatrici come Simona Balducci del Centro di Educazione Ambientale di Fiastra. Porteranno la loro testimonianza Francesca Pulcini, presidente di Legambiente Marche, e Sara Vegni di ActionAid, Maria Laura Talamè che lavora per il Parco fin dalla sua istituzione. 

Storie concrete, fatte di passione e fatica, arriveranno da imprenditrici del turismo come Laura Smarchi dell’Hotel Il Navigante di Castelsantangelo sul Nera, Emanuela Leli dell’agriturismo Verde Fiastra, Alice Corradini della Fattoria Corradini di Amandola e Alice Alessandrini del pastificio Regina dei Sibillini di Montefortino.  

Tra le storie più interessanti è quella di Marica Tidei, di Sarnano, che a soli 22 anni gestisce insieme al fratello l’azienda zootecnica biologica Il Tesoro dei Sibillini, che ha avuto l’ovile e le altre strutture irreparabilmente danneggiati dalle scosse di terremoto del 2016. 

Marica non ha pensato per un solo momento di abbandonare queste montagne e affronta con il sorriso ogni giorno, qualunque sia la difficoltà. Nel suo sorriso troverete tutta la bellezza e la dignità di questo territorio” spiega ancora Francesca Pedanesi.

Appennino, attualità, Monti Sibillini, Stefano ArditoE’ fatta di resilienza e fantasia anche la storia di Miriam Meduri, che ha ospitato dal 1986, insieme al marito Giuseppe, escursionisti, scialpinisti e appassionati di parapendio nel ristorante-albergo Taverna Castelluccio, che è stato abbattuto dal sisma come gran parte dell’omonimo borgo. 

Oggi Miriam, in attesa di ripartire con la sua attività primaria, ha lanciato una linea di cosmetici basati sulla lenticchia, il prodotto per eccellenza della zona. 

Appennino, attualità, Monti Sibillini, Stefano Ardito
Le donne della distilleria Varnelli

Racconteranno il loro legame con il territorio le donne che gestiscono la distilleria Varnelli di Muccia, una delle più note delle Marche. Dopo aver ascoltato anche la testimonianza di queste imprenditrici, si potranno degustare mistrà e altri prodotti. 

Accanto all’entusiasmo e alla voglia di fare, però, avrà inevitabilmente spazio il dolore. Racconterà la sua storia sul palco di Pintura di Bolognola, insieme alla scrittrice Maria Cristina Garofalo, anche Stefania Servili, fotografa e imprenditrice di Castelsantangelo sul Nera. 

Circa un mese fa, a un anno e mezzo dalle prime scosse di terremoto del 2016, suo marito Massimo Dell’Orso non è più riuscito a sopportare la burocrazia che gli impediva di tornare sul suo territorio, e ha scelto di togliersi la vita. Una storia terribile, che abbiamo raccontato anche qui. E che fa capire quanto ci sia ancora da fare perché i Monti Sibillini e i loro borghi possano tornare a una vita serena. 

Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close