News

Bolzano, cieco deve pagare canone Rai

immagine

BOLZANO — La vicenda è paradossale. Eppure la dice lunga sul grado di schizofrenia raggiunto dalla burocazia italiana: un cieco residente in città a Bolzano è costretto da anni a pagare il canone Rai. 

Sembra davvero una barzelletta, ma è solo l’ultima delle assurdità burocratiche dell’italico suolo. Accade che il pensionato bolzanino affetto, fin dalla nascita, da una forma di cecità quasi totale venga considerato dal (dis)servizio pubblico alla stessa stregua di un fervente ammiratore del piccolo schermo, tipo quelli che recitano negli spot del canone: "Ah che bello la star viene a casa mia, perchè la Rai siamo noi" e amenità varie.
 
Peccato però che l’uomo, essendo cieco, non sa chi siano le starlette della Tv e ovviamente non ha nemmeno il televisore (beato lui). Eppure, secondo i regolamenti, è costretto lo stesso al pagamento del canone Rai.
 
Il poveretto, vessato da continue richieste di pagamento della tassa, più volte ha ricevuto ingiunzioni di pagamento per un televisore che non ha. Di recente ha inviato una dichiarazione formale di non possedere alcun apparecchio. Ma colmo dei colmi, per tutta risposta gli è stata mandata da compilare un’autocertificazione. A un cieco.
 
"Non la compilerò perchè si tratta semplicemente di una vessazione e nulla più" ha sbottato il malcapitato.
 
WP

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
Close