Scienza e tecnologia

Messico, tra le montagne una grotta di cristalli

immagine

CHIHUAHUA, Messico — Una foresta di cristalli, i più grandi del Pianeta. Una grotta a 50 gradi di temperatura e 100 per cento di umidità. Una grotta infernale, dove l’uomo può sopravvivere pochi minuti, ancora inesplorata, è stata scoperta tra le montagne di Naica, un centinaio di chilometri a sud-est della città di Chihuahua, capitale dell’omonimo stato messicano al confine con gli Stati Uniti.

La Grotta dei Cristalli, probabilmente la più grande meraviglia sotterranea della Terra, è stata scoperta per caso nelle profondità della Miniera di Naica, stato di Chihuahua, Messico. Si tratterebbe di un vero e proprio geode. La caverna è completamente ricoperta di trasparenti cristalli di selenite, gesso purissimo, alcuni dei quali superano i 12 metri di lunghezza. Sarebbero i cristalli più grandi del mondo.
La storia di questa scoperta comincia nel gennaio 2006, quando l’Associazione Geografica La Venta, un team internazionale di speleologi e ricercatori, ha ottenuto dalla Compagnia Peñoles, concessionaria della miniera, l’incarico di effettuarvi ricerche per i prossimi tre anni.  Le ricerche attraverseranno fasi successive, in collaborazione con enti di ricerca italiani, messicani, spagnoli, statunitensi, e con il supporto di numerosi patrocinatori.
Ma come potranno i ricercatori speleologi entrare in queste grotte a temperature praticamente da bollitura? Sono state progettate particolari tute condizionate, brevettate dal gruppo La Venta, che permettono di resistere sino a due ore e quindi svolgere attività esplorative, di ricerca e di conservazione. L’ambiente infernale e la presenza dei cristalli hanno richiesto lo sviluppo di materiali e tecnologie specifiche, dalle tute refrigerate alle calzature “da cristallo” per consentire un accesso sicuro e prolungato a ricercatori di diverse discipline: geologia, mineralogia, biologia, exobiologia, fisica, speleologia, medicina.
Naica è un tipico paese minerario nel nord del Messico, situato a 1500 metri di quota, nello stato di Chihuahua, 130 chilometri a sud est della capitale omonima e circa 35 chilometri da Ciudad de Delicias, nel municipio di Saucillo. Si trova immersa tra montagne calcaree in cui si sono formati reticoli di grotte, che sono state successivamente attraversate da acque termali di origine molto profonda, calde e mineralizzate. Esse arrivavano in questi ambienti relativamente più freddi e vicini alla superficie e depositavano parte dei sali che trasportavano. In milioni di anni le grotte si sono così in parte riempite di mineralizzazioni ricche soprattutto di piombo, argento e zinco.
Nell’aprile 2000 durante i lavori di scavo di un tunnel di comunicazione, trecento metri sotto la superficie, veniva scoperta la Cueva de los Cristales (grotta dei cristalli), con formazione cristalline e cristallizzazioni di gesso di dimensioni mai viste, sino a 10 m di lunghezza e 2 m di diametro, purissimi.
Elisa Lonini

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close