NewsSport

Una partita di calcio sul Kilimangiaro contro il sessismo nello sport

Un gruppo di calciatrici è giunto in Tanzania da tutto il mondo per scalare il Kilimangiaro e lanciare un messaggio contro il sessismo e le disuguaglianze di genere nello sport.

L’iniziativa è lanciata da Equal Playing Field e coinvolge donne dai 18 ai 66 anni di oltre 20 nazionalità, che giocheranno una partita di calcio a 5,800 metri su un campo di cenere vulcanica. Una partita che potrebbe entrare nel Guinness dei Primati.

Il progetto, che prevede anche l’insegnamento del calcio in 15 paesi a ragazze e donne, sarà raccontato in un documentario per fare crescere la consapevolezza e diffondere il messaggio di uguaglianza, rispetto e opportunità.  

A partecipare anche ex calciatrici conosciute a livello internazionali, come la messicana Monica Gonzalez, l’ex asso della Germania Petra Landers, la centrocampista inglese Rachel Unitt e la star statunitense Lory Lindsey. “Noi siamo state fortunate perché abbiamo avuto donne che sono venute prima e ci hanno aperto la strada nel mondo dello sport, sono state delle pioniere”, ha dichiarato alla CNN proprio la ex giocatrice americana, che ha aggiunto: “Adesso tocca a noi, è nostra responsabilità far fare al movimento un altro passo avanti per le generazioni future. Certo, la sfida non è facile, come non sarà facile giocare una partita ad una simile altitudine”. “Vogliamo infrangere un record per ispirare altre donne a continuare a combattere la disuguaglianza nella pratica sportiva”, ha affermato Laura Youngson, co-fondatrice di Equal Playing Field. “Lo sport – conclude – porta amicizia e comunità, forza e salute, e nessuna ragazza deve rischiare di perderne i benefici a causa del suo genere”.

 

Foto in alto @ Equal Playing Field

Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close