News

Bolzano, arginare il Rio Cengles

immagine
BOLZANO – Il Rio Cengles, in Alto Adige rappresenta una seria minaccia per l’omonimo abitato sottostante. Per questo, è in atto un progetto che vuole aumentare la protezione dei muri arginali.

L’iniziativa è dell’Ufficio provinciale Sistemazione bacini montani Ovest che a metà aprile ha annunciato l’inizio dei lavori. “Sopra il paese abbiamo costruito due bacini di contenimento e alcune barriere  – ha detto il direttore della Ripartizione opere idrauliche Rudolf Pollinger – ma non sarebbero sufficienti a trattenere tutto il materiale nel caso di uno smottamento di grosse dimensioni”.
A metà aprile i tecnici della sistemazione dei bacini montani inizieranno i lavori  di risanamento e innalzamento dei muri arginali. Fino ad ora non era mai stato preso alcun accorgimento per i punti in cui le strade interrompono i muri dell’argine. E’ un’iniziativa nuova, che mira a chiudere questi buchi attraverso l’installazione di porte scorrevoli alte due metri. In caso di emergenza le porte potranno essere chiuse rapidamente, grazie ad un motore elettrico.
In base alle previsioni fatte, i lavori dovrebbero concludersi entro agosto. La spesa totale si aggira intorno ai 615 mila euro.
 
Elisa Lonini

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close