News

Alex Txikon, ultimo atto

Un opinionista italiano ha scritto.

“Alex Txicon ha fatto rientro ieri nei suoi Paesi Baschi dopo la sfortunata spedizione all’Everest, fermata dai forti venti in quota. Ma, nonostante il fallito obiettivo di diventare il primo a salire integralmente in invernale senza ossigeno la montagna più alta della Terra, è stata trionfale l’accoglienza riservatagli. Evidentemente i baschi sono meno invidiosi di coloro che si sono affrettati a considerare poca cosa il fatto che Alex e gli sherpa che erano con lui siano riusciti ad arrivare fino a Colle Sud in condizioni davvero estreme.

Txikon, che un anno fa era tornato in patria con il successo invernale sul Nanga Parbat ottenuto insieme Muhammad Ali e Simone Moro (più Tamara Lunger), ha commentato con queste parole l’affetto ricevuto: “Incredibile. Emozionante. Non mi sarei immaginato questo benvenuto nemmeno nei miei migliori sogni. Voi sì che siete la cima più alta del mondo. Unici! Molte grazie di cuore”.

Nella conferenza stampa in corso in questo momento, l’alpinista basco ha anche presentato questo breve filmato della visita al campo base di Reinhold Messner, che ha dimostrato di saper apprezzare le difficoltà dell’impresa che il basco ha già detto di voler tentare nuovamente durante il prossimo inverno.”

Alex, accolto in Spagna dal comprensibile affetto dei suoi fan, a differenza di certi opinionisti italiani, sa certamente giudicare il valore alpinistico di quello che ha realmente fatto, tanto da meravigliarsi dell’accoglienza “inimmaginabile”. Messner al Campo Base è certamente un ottimo endorsement e pubblicità.

 

Articoli correlati

Un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Leggi anche

Close
Back to top button
Close