Outdoor

Skialp: Pila e l'Etna nel calendario Cdm

immagine

SONDRIO — La notturna sulle creste di Pila, in Valle d’Aosta, e una scialpinistica in Sicilia, sulle pendici dell’Etna. Queste le grandi novità della prossima stagione scialpinistica in Coppa del Mondo. La notizia è arrivata da Bratislava, in Slovacchia, dove nei giorni scorsi si è tenuta l’assemblea internazionale della Ismf.

L’anno prossimo la Coppa del mondo di scialpinismo avrà sette tappe, di cui molte in Italia. Partirà infatti da Pila il 19 dicembre, per poi continuare in Dolomiti, con la Transclautana, il 23 gennaio. Il 7 febbraio si disputerà in Svizzera la prima gara a squadre, poi l’affascinante appuntamento sul vulcano siciliano il 20 febbraio.

Seguiranno due prove, una in Francia il 28 marzo e una sul Brenta l’11 aprile, prima della finale della Patrouilles des Glaciers, fissata per la fine di aprile in Svizzera. Da 1 all’8 marzo, in Andorra, si giocheranno invece i Mondiali.

Pienamente soddisfatta la Federazione Italiana, che di recente ha confermato Emanuel Conta ed Oscar Angeloni come commissari tecnici. "Il bilancio per la stagione appena conclusa è più che positivo – ha detto Fabio Meraldi, vicepresidente Fisi, in una recente intervista a Maurizio Torri -. E siamo contenti delle new entry nel calendario di coppa. Servono a sdoganare il nostro sport portandolo fuori dalle mete abituali. Ovviamente bisognerà coadiuvare gli organizzatori locali perché si facciano trovare pronti per una simile vetrina".

Calendari a parte, dal meeting Ismf sono uscite novità importanti anche in materia di regolamenti. Uno su tutti, il divieto di usare materiali "modificati" dagli atleti durante le competizioni.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close