AmbienteRicerca

WorthWild, il progetto del Cipra per le aree meno “infrastrutturate”

Nelle aree poco infrastrutturate delle Alpi sono presenti scarse attività umane e spesso tali aree costituiscono importanti rifugi per la diversità biologica. In alcune regioni questi ambienti naturaliformi sono sottoposti a una crescente pressione per il turismo e per la produzione di energia. In altre regioni invece l’intensità dell’utilizzo decresce per l’emigrazione della popolazione verso le città. WorthWild è un progetto di studio promosso dal Cipra e dalla durata di un anno, per rilevare, rappresentare e salvaguardare le aree poco infrastrutturate per una pianificazione lungimirante. Le linee guida di tutto il progetto seguiranno le direttive della Convenzione delle Alpi, che si prefigge la protezione e lo sviluppo sostenibile del territorio alpino.

Il metodo che verrà utilizzato per la riceca e lo studio si basa sulle esperienze già in atto in diversi paesi alpini, attraverso un confronto si vuole trarre delle raccomandazioni operative da applicare anche in altri contesti. Il primo seminario relativo a questo progetto, che si è tenuto lo scorso febbraio, si è concentrato proprio sulla ricerca e identificazione degli approcci che sono già in atto. Da questo è emerso che nelle Alpi le competenze relative alle decisioni in materia di pianificazione territoriale sono molto differenziate come lo è anche la sensibilità relativa a questi temi.

Il progetto WorthWild si impegna, infine, anche da un punto di vista comunicativo per creare la necessaria accettazione per una gestione più consapevole di tali aree.

Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close