• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Esteri

Chalet di montagna: la Svizzera apre agli stranieri?

immagine SVIZZERA — Chi non ha mai sognato di possedere uno chalet nella pittoresca Svizzera? Tra non molto sarà  possibile. Il governo elvetico ha infatti proposto di abolire la Lex Koller, la legge che dal 1961 impone dei limiti agli stranieri che vogliono acquistare una casa di vacanza in Svizzera. 

Controverse le reazioni degli elvetici: da un lato si schierano gli operatori di settori quali la ristorazione,  gli impianti di risalita e l’edilizia che vedrebbero l’arrivo degli acquirenti stranieri come una manna dal cielo. Dall’altro le associazioni ambientaliste che temono, invece, uno sfruttamento troppo intenso del territorio, che potrebbe compromettere la qualità del paesaggio.
Unanime sembra essere invece l’interesse degli stranieri. Alcune statistiche pubblicate dal quotidiano svizzero-tedesco Tages Anzeiger mostrano che sono soprattutto gli italiani ad apprezzare la qualità e l’atmosfera dei piccoli villaggi elvetici, riconosciuti come luoghi ideali per trascorrervi le vacanze.
La Svizzera si sta quindi preparando a una probabile invasione di turisti stranieri. I direttori degli Uffici del Turismo dovranno però cercare di evitare un boom incontrollato degli arrivi, che potrebbe danneggiare la qualità dell’offerta. 
 
Francesca Nava
Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.