Cronaca

Frana sull'A3: due morti

immagine

COSENZA — Due morti e tre feriti. È questo il bilancio del tragico incidente causato dalla frana precipitata ieri sera sull’autostrada A3 nei pressi dello svincolo autostradale di Rogliano Grimaldi, in provincia di Cosenza. L’ondata di fango, stimata di circa diecimila metri cubi, ha travolto un furgone con sette persone a bordo.

L’incidente è accaduto intorno alle 21 di ieri in prossimità del 283esimo chilometro dell’autostrada Salerno-Reggio Calabria. Secondo le prime ricostruzioni la frana, causata dal maltempo, sarebbe avvenuta in due tempi. La doppia colata di fango e detriti si sarebbe staccata da una collina nei pressi dell’autostrada, da un’altezza di circa 60 metri, invadendo completamente entrambe le carreggiate e investendo il furgone che viaggiava in direzione sud.
 
Il furgone trasportava una squadra di calcetto di un’azienda locale di impianti elettrici, di rientro da Terni. Due passeggeri, un 59enne di Crotone e un 27enne di Catanzaro, sono morti sul colpo. Altri cinque, invece, sono stati estratti vivi dai soccorritori, giunti immediatamente sul posto con vigili del fuoco, le squadre dell’Anas, la Polizia stradale. Gli uomini della protezione civile regionale, che hanno scavato tutta la notte per soccorere i malcapitati.
 
Il più grave dei feriti è stato trasferito d’urgenza nel reparto di neurochirurgia dell’ospedale di Catanzaro. Mentre i due meno gravi sono ricoverati nell’ospedale di Lamezia Terme.
 
Intanto decine di mezzi coordinati dall’Anas stanno lavorando ininterrottamente per ripulire l’autostrada: la carreggiata nord è stata liberata e ora le operazioni sono concentrate sulla carreggiata sud. L’autostrada è ancora chiusa tra gli svincoli di Cosenza Nord e Falerna. E’stato predisposto un percorso alternativo sulle strade statali 107 e 18.
 
 
Foto courtesy lastampa.it
 

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close