News

Canada, un morto e un disperso

immagine

ENDERBY, Canada — E’ stato recuperato il corpo dello giovane morto lo scorso weekend sulle montagne canadesi travolto da una valanga. Si tratta di un 24enne che domenica si trovava in motoslitta con due amici sulla Mara Mountain. Lo stesso giorno sulle Montagne Rocciose un’altra slavina ha travolto un gruppo di 3 sciatori e uno di loro è ancora disperso.

Due incidenti distinti, capitati a due uomini in motoslitta e in due aree montuose diverse ma entrambe situate nella regione canadese del British Columbia, sulla costa occidentale. Entrambi si sono verificati domenica scorsa, ma a causa delle cattive condizioni meteorlogiche solo ieri la macchina dei soccorsi si è potuta attivare.
 
Il primo è successo sulla Mara Mountain nella località di Enderby, situata a 520 chilometri ad ovest di Calgary. La vittima è Matt Simmons, 24 anni, che si trovava in motoslitta con due amici quando è stato travolto da una valanga. I due compagni sono riusciti a sfuggire alla massa di neve e a scendere a valle.
 
Immediatamente hanno dato l’allarme, ma i soccorritori non hanno potuto intervenire perchè ostacolati dal maltempo. Ieri infine una squadra di 30 uomini ha risalito la montagna in motoslitta e trovato il corpo senza vita di Simmons. Secondo le autorità il ragazzo non aveva con sè il segnalatore d’emergenza, come suggerito in questi giorni a tutti gli sciatori in British Columbia.
 
Il secondo episodio si è verificato circa un’ora dopo, alle 2 del pomeriggio di domenica, quando un’altra slavina si è staccata sulle Montagne Rocciose in una zona isolata a sud di Chetwynd, nel nordest della regione. Anche in questo caso gli uomini in motoslitta erano tre uomini, ma solo uno di loro è rimasto sepolto sotto la neve.
 
Le autorità locali, che hanno potuto recuperare il corpo della vittima solo ieri, quando la situazione sulla montagna è tornata più sicura, hanno fatto sapere che sotto quella valanga domenica hanno rischiato di rimanere coinvolte ben 14 persone.
 
Sempre nell’Ontario nel fine settimana sono morti altri due uomini, un 50enne di Brantford e un 37enne di Belgrave, deceduti a seguito di un incidente in motoslitta.
 
Con gli incidenti dello scorso weekend si aggrava ulteriormente il bilancio delle vittime delle valanghe in Canada. Dall’inizio della stagione invernale sarebero infatti già 13 solo nella regione del British Columbia, di cui 8 morti il 28 dicembre vicino alla località di Fernie, sulle Montagne Rocciose.
 
 
Valentina d’Angella
 

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close