News

Aprica sepolta dalla neve

immagine

APRICA, Sondrio — Trenta centimetri per notte. Senza contare la neve che di giorno continua a scendere a larghi fiocchi, senza il minimo accenno a smettere. E’ davvero sommerso dalla neve il passo dell’Aprica, tra Valtellina e Valcamonica, dove in queste ore si lavora per rendere agibili le strade e battere le piste da sci.

Ieri mattina, Aprica si è svegliata sotto una coltre di neve fresca spessa 70 centrimetri. Dopo una breve tregua, le nevicate sono ricominciate forti in serata per proseguire fino a questa mattina quasi senza interruzioni.
 
Il passo è sempre rimasto aperto, ma per il transito è obbligatorio avere catene a bordo e ovviamente consigliato essere attrezzati con pneumatici da neve onde evitare di avere problemi con il fondo ghiacciato o gli accumuli di neve, che ai bordi delle strade principali e nelle strade secondarie possono essere consistenti.
 
Il comune ha voluto lanciare un avvertimento soprattutto a chi si trova a transitare nella zona senza conoscerla bene. "Meglio non seguire i navigatori satellitari alla lettera – avvertono dal comune – e, in caso di dubbio, meglio ricorrere alle buone vecchie cartine, onde evitare di essere indirizzati su stradine di montagna pericolose o addirittura chiuse".
 
E mentre le autorità si preoccupano di garantire la circolazione sulle strade, i gestori degli impianti da sci sono al lavoro per assestare  il fondo delle piste da sci, per le quali queste forti nevicate rappresentano una garanzia per la stagione invernale. Il prossimo weekend, il comprensorio dovrebbe essere funzionante al cento per cento.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
Close