News

Neve e vento: blackout a catena

immagine

CUNEO — Vento, neve, piante rovesciate e cavi saltati. Dal Piemonte alla Sardegna, soprattutto nelle località di montagna, nelle ultime 24 ore si è verificata una serie eccezionale di blackout che ha costretto  tecnici dell’Enel ad interventi straordinari in collaborazione con i pomperi e la protezione civile.

Sono state oltre 15mila le telefonate che, tra domenica sera e lunedì mattina, sono giunte al call center dell’Enel per denunciare dei blackout in diverse aree d’Italia. Secondo l’azienda elettrica, si tratta di un numero eccezionale: il 15 per cento in più della media che di solito si verifica in caso di maltempo.

La zona più colpita è stata quella di Cuneo e Alba, in Piemonte. Ma diverse interruzioni di corrente elettrica sono state segnalate anche sulla Sila, in Calabria, nell’entroterra sardo di Cagliari, Nuoro e Gallura.

Il principale responsabile dei blackout è stato il vento, che in diverse zone ha provocato la caduta di alberi più o meno grossi sulle linee elettriche che rifornivano di energia intere frazioni o paesi. Immediato l’intervento dell’Enel, che ha messo al lavoro oltre mille operai. Con il supporto di diversi mezzi e soprattutto con l’aiuto della Protezione Civile e dei Vigili del Fuoco, l’azienda è riuscita a ripristinare, nel giro di alcune ore, la fornitura di energia elettrica in tutte le zone colpite da blackout. 

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
Close