News

Maltempo, ancora allagamenti al Nord

immagine

AOSTA — Smottamenti diffusi e allagamenti di strade, cantine e abitazioni. Questo il panorma delle ultime ore in gran parte del nord Italia. Il maltempo ieri ha colpito fortemente la Val d’Aosta: un villaggio è stato sfollato per alcune ore, mentre nella valle del Lys la rottura dell’acquedotto ha lasciato senz’acqua potabile 12 famiglie. Un fulmine è caduto a Pila e ad Aosta è precipitato al suolo il camino di una palazzina.

E’ stata una giornata di grande lavoro quella di ieri per i Vigili del fuoco, la Protezione civile e le autorità della val d’Aosta. Il maltempo infatti, che imperversa su tutto il nord Italia da alcuni giorni, ha provocato i maggiori danni nella regione al confine con la Francia.
 
Tra martedì e mercoledì sono cadute numerose frane di piccole e medie dimensioni. Gli abitanti di un villaggio in frazione Vignettes di Valpelline sono stati evacuati a causa di alcuni massi rotolati a valle per il maltempo. Due smottamenti si sono verififcati poi in località Suc e Santa Margherita e la circolazione è stata resa difficile dal terriccio misto a pietre finito sulle strade.
 
Oltre ad alcuni massi caduti ad Arnad, preoccupante è la situazione dei torrenti Lys e Giassit. A Lillianes dodici famiglie sono rimaste senza acqua potabile a causa della rottura dell’acquedotto nel versante dell’Endret del paese. Allagamenti si sono verificati a Charvensod e ad Aosta, dove il comignolo di un camino di una palazzina è precipitato al suolo, senza fortunatamente causare feriti o gravi danni.
 
A Pila, in frazione Cerise, è caduto un fulmine che fortunatamente ha colpito solo una pianta. Le autorità sono state costrette poi a chiudere alcune strade comunali per caduta massi per pericolo valanghe. Fortunatamente i meteorologi prevedono un miglioramente del tempo sulla Val d’Aosta per il weekend, che dovrebbe concedere una tregua fino al ritorno delle piogge nella prossima settimana.
 
Allagamenti e forti piogge anche in Lombardia. Ieri è stata particolarmente colpita la Valsassina, dove la nuova strada che collega Lecco a Ballabio è stata chiusa per allagamento. Sull’asfalto infatti si sarebbe formata una pozza d’acqua alta in alcuni punti anche 40 centimetri, cosicchè le autorità non hanno potuto che chiuederla al traffico fino alla sera.
 
Durante le ore di chiusura il traffico è stato deviato lungo il vecchio tracciato. Poi alle 18 la Lecco-Ballabio è stata riaperta, ma solamente in direzione nord.
 
 
Valentina d’Angella
 
Related Link
 
 
Foto courtesy of Aosta Sera
 

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
Close