News

Svizzera, a rischio l’agricoltura di montagna

immagine

ZURIGO, Svizzera — L’annuncio ha un po’ del funesto. Il Fondo nazionale di ricerca svizzero sostiene che, senza finanziamenti pubblici, entro il 2015 un quinto dell’agricoltura di montagna è destinato a sparire.

Nel mirino la liberalizzazione del settore. Secondo uno studio del Fondo, infatti, nel giro di un decennio molti contadini non saranno più in grado di compensare l’erosione del reddito con attività accessorie. E il risultato potrebbe essere devastante, con la scomparsa di un quinto della superficie agricola di montagna.
 
Gli studiosi hanno raccolto una serie di informazioni sulle diverse aziende agricole dei grigioni di Surses , Belfort e nel distretto di Ambula. Hanno inoltre preso in considerazione le diverse evoluzioni possibili della politica agraria a livello nazionale e internazionale. Secondo il nuovo modello di calcolo un quinto dei terreni agricoli sarà abbandonato nei prossimi dieci anni. Con un’ipotetica avanzata dei boschi, ma soprattutto delle costruzioni urbane.
 
Elisa Lonini

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close