News

Aosta: niente stadio, altre priorità

immagine

AOSTA — Che la Val d’Aosta non sia una regione dove il calcio regna sovrano è risaputo. Lassù fra le montagne ritengono che le domeniche si possano spendere anche in maniera diversa. E su questa onda di pensiero sono pronti a rinunciare anche a un nuovo stadio in favore di iniziative più concrete.

"Un nuovo stadio da calcio per Aosta non è una priorità dell’amministrazione comunale di Aosta". Lo ha dichiarato il vicesindaco Marino Guglielminotti Gaiet ieri, nel corso dell’adunanza consiliare. A chidere gli orientamenti alla Giunta era stata una mozione presentata da Aosta Viva e regolarmente respinta, che intendeva utilizzare la struttura anche per manifestazioni al di fuori del calcio.
 
"Prima vengono l’ospedale, la ferrovia, l’universita" ha precisato Guglielminotti Gaiet. Nell’area dell’attuale struttura sportiva sono previsti solo interventi minimali "per rendere a breve lo stadio più sicuro e minimamente decoroso", ha chiosato il vicesindaco. 
 
Lo stadio di Aosta è il "Mario Puchoz" e contiene attualmente fino a 5000 persone. In questa struttura gioca il Valle d’Aosta calcio che milita nelle serie inferiori semiprofessionistiche.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close