Alpinismo

In bici da Londra all’Everest

immagine

LONDRA, Gran Bretagna — Da Londra alla vetta dell’Everest, prima in bici e poi a piedi. Poi, ritorno con gli stessi mezzi. E’ questo l’ambizioso e originale programma di Jorge Correia, un trentatreenne canadese che ha intenzione di passare i prossimi sei mesi sulle due ruote percorrendo i ventimila chilometri che separano la capitale inglese dal campo base della montagna più alta del mondo, dove conta di giungere in tempo per l’inizio della stagione alpinistica.

Correia partirà per la sua spedizione tra pochi giorni, esattamente martedì 30 settembre, e conta di ritornare a Londra esattamente un anno dopo: il 29 settembre del 2009. La salita dell’Everest è prevista il prossimo maggio, con il supporto di 3 guide d’alta quota e ben 22 sherpa forniti dall’organizzazione nepalese Peak Promotions.
 
Il piano è studiato nei minimi particolari. L’avventuriero canadese partirà con un’ammiraglia al seguito, che gli fornirà viveri e un tetto sotto cui dormire. A a bordo ci saranno un autista, un terapista sportivo e un cuoco. La squadra attraverserà, nei prossimi mesi, ben 14 nazioni dall’Inghilterra all’Italia, dalla Bulgaria all’India fino al Nepal.
 
Correia ha nel curriculum una spedizione al Polo Nord, una salita al Kilimanjaro e un trekking solitario attraverso il deserto del Sahara. Per il resto, scala da anni sia su roccia che su ghiaccio e in passato ha fatto la guardia del corpo per i funzionari del ministero degli esteri canadese. Al momento si trova sulle Alpi italiane per prepararsi alla spedizione, che nel complesso verrà a costare circa 140 mila euro.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Leggi anche

Close
Back to top button
Close