News

Trovato cadavere nel fiume Moesa

immagine

PIANI DI VERDABBIO, Svizzera — Macabro ritrovamento tra le montagne svizzere. Lunedì mattina, intorno alle 11, sulla sponda del fiume  Moesa a Piani di Verdabbio, alcuni adetti alla manutenzione idroelettrica della Val Mesolcina hanno trovato il corpo senza vita di un uomo che per ora non è stato ancora identificato.

La notizia è stata data oggi dal giornale la Regione Ticino. Gli operai stavano effettuando i lavori di pulizia, quando ad un certo punto hanno intravisto la forma di un piede nell’acqua, e hanno dato subito l’allarme alla polizia grigionese.
 
Rimangono ancora un mistero l’identità della vittima, l’ora e le cause della morte. Nei prossimi giorni il corpo sarà sottoposto all’esame autoptico per tutte le analisi del caso. Intanto, la stampa svizzera ha esaminato gli archivi e ha avanzato l’ipotesi che l’uomo sia un basilese di 71 anni che risiedeva a Lostallo, scomparso da più di un mese.
 
 
Emanuela Brindisi
 

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close