Alpinismo

Broad, Babanov in cima dalla via nuova

immagine

ISLAMABAD, Pakistan — Sogno realizzato per Valery Babanov sul Broad Peak. Dopo dieci giorni in parete, alcuni dei quali passati in mezzo a una bufera che aveva costretto al dietrofront tutte le altre spedizioni impegnate sulla montagna, sembra che il fuoriclasse russo sia riuscito a toccare la vetta. Con lui, c’era il giovane Victor Afanasiev.

La notizia è giunta nelle scorse ore dal campo base. Il sito di Babanov ancora non la riporta, ma gli alpinisti italiani Daniele Nardi e Mario Panzeri, impegnati sulla stessa montagna, ne riferiscono i dettagli.
 
Babanov, secondo le indicazioni fornite dal base, sarebbe salito in vetta dallo sperone ovest della montagna, che si trova poco sopra il campo base e a sinistra della via normale. Sopra lo sperone, percorrendo il bordo del ghiacciaio, Babanov si sarebbe ricongiunto alla normale nella parte sommitale della montagna.
 
Babanov e Afanasiev, partiti dal base mercoledì 9 luglio, sarebbero arrivati in cima il giorno 17. Il primo giorno di scalata hanno raggiunto 5.700 metri, il giorno successivo hanno toccato quota 6.250. Sono seguiti giorni difficili per il maltempo e la bufera che hanno costretto alla ritirata la maggior parte delle spedizioni impegnate su Broad Peak e K2.
 
Secondo quanto riferisce il portale Russianclimb, quel giorno sono arrivati sulla vetta anche Valery Shamalo, Pavel Chochia ed Elizabeth Revol, saliti dalla via normale.
 
 
Sara Sottocornola

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close