News

Battista dei Mirtilli, storia di un amore

immagine

ALPETTE, Torino — Uno sperduto paese di montagna. Un amore atteso da tanto tempo, ma un idillio brevissimo. Una melodia triste e dolce che rimmarrà viva nell’anima per tutti gli anni che verranno, per cullare il cuore con il canto di un amore lontano e perduto. Ecco la storia di "Battista dei Mirtilli", l’ultimo capolavoro di Angelo Paviolo che verrà presentato sabato 7 ottobre al teatro comunale di Alpett, in un grande evento accompagnato dal Coro Bajolese.

Battista dei Mirtilli è la prima perla di una collana di “Racconti di montagna” edita dall’Associazione ‘l Péilacan di Pont Canavese, Torino. Il libro verrà presentato dall’Assessore Regionale alla cultura della Regione Piemonte, Gianni Oliva, alla presenza dell’autore e di Michele Nastro, presidente dell’associazione editrice.
 
Ispirato da un paese di montagna e da un uomo che vi nacque, visse e morì nel secolo scorso, il romanzo di Paviolo è un racconto di fantasia in cui si incontrano i ricordi dell’autore, le sue esperienze di innamorato della montagna e delle sue genti.
 
"Una trama delicata e commossa – racconta Nastro -, in cui si parla anche di un amore che pare morire al primo refolo di vento, come fosse un bambino sognato a lungo e troppo debole per vivere se non pochi giorni".
 
Al teatro di Alpette, per l’occasione, ci saranno anche Marino Ceretto, Castigliano Presidente Comunità Montana Valli Orco e Soana; Piero Giachino Sindaco di Alpette; Alfredo Morletto, presidente Lions Club Alto Canavese; Michele Ottino, direttore del Parco Nazionale Gran Paradiso. Appuntamento fissato per le ore 15.
 
Angelo Paviolo, nato a Verona il 12 aprile 1924, è considerato uno dei maggiori conoscitori delle realtà storiche, umane e sociali dell’Alto Canavese. Professore, scrittore e giornalista, ha pubblicato centinaia di articoli su periodici locali e alcune monografie che hanno approfondito i temi delle emigrazioni stagionali e della cultura alpina.
 
Nel 1990 ha ricevuto il premio della Cultura dalla Presidenza del Consiglio del Ministri. Dal 2002 è presidente della Giuria del Premio letterario Nazionale “Enrico Trione – Una fiaba per la montagna”. E’ stato nominato da Carlo Azeglio Ciampi commendatore al merito della Repubblica.
 
 
 
Per maggiori informazioni: www.unafiabaperlamontagna.it

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close