News

Valsassina, anticipata raccolta porcini

immagine

LECCO — Se le abbondanti piogge dei giorni scorsi sono state fonte di problemi per gran parte del nord Italia, per gli amanti dei porcini si sono rivelate un’autentica manna. I prelibati funghi infatti, hanno fatto la loro comparsa anticipata in gran parte dei boschi della Valsassina, aprendo così anticipatamente la stagione della raccolta.

Le abbondanti piogge dell’ultimo periodo hanno dato a molti non poche ragioni di lamentela, e tuttavia per qualcun’altro hanno invece avuto un risvolto fortunato. Gli amanti dei porcini possono infatti rallegrarsi, visto che in molte parti d’Italia le precipitazioni hanno portato a una crescta anticipata dei gustosi funghi.
 
In Valsassina per esempio, sono già stati ritrovati a Casargo e nella zona di Crandola numerosi esemplari e i cercatori di porcini sono già all’opera sul territorio. I miceti attualmente reperibili sono i "fioroni", ovvero una tipologia che spunta alle quote più basse, nei prati puliti: belli ma con gambo molle, si cucinano nei risotti o come contorni, ma non sono adatti ad essere essiccati.
 
Sulle montagne lecchesi per raccogliere i porcini è comunque necessario possedere il tesserino, da tenere sempre in tasca e da esibire su richiesta alle autorità. Il Soccorso Alpino inoltre raccomanda agli escursionisti la massima prudenza vista la scivolosità del terreno bagnato, soprattutto nei boschi fuori dai sentieri.
 

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close