News

Pulcini in vetrina, condannato gioielliere

immagine generica

TRENTO — In occasione delle feste di Pasqua, un gioielliere della provincia di Trento, ha pensato bene di abbellire le vetrine del proprio negozio con galline e pulcini. La bizzarra idea non è però andata a buon fine. L’uomo è stato infatti condannato dalla procura di Rovereto per maltrattamento.

La vicenda ha avuto luogo nella nota località turistica di Folgaria, in provincia di Trento. E’ qui che un gioielliere, nell’intento di attirare più clientela, ha messo in vetrina, tra orecchini, collane e orologi, anche una gallina e alcuni pulcini.

La pensata ha avuto però un risvolto inatteso. L’uomo è stato condannato dalla procura di Rovereto, che ha chiesto un decreto penale di condanna a carico del gioielliere di Folgaria, per il reato di maltrattamento. La gallina era infatti costretta in uno spazio angusto, con un faro che le impediva di dormire. I turisti, poi, continuavano a bussare al vetro aggravando lo stress di gallina e pulcini.

A richiedere il decreto di condanna penale del gioielliere di Folgaria, il pm Fabio Biasi, su segnalazione di Giusi Ferrari, animalista convinta e portavoce dell’associazione "Animalmente". La donna, vedendo gallina e pulcini obbligati in pochi centimetri e soprattutto costretti sotto il fascio di luce notte e giorno, ha preso carta e penna e ha portato un esposto in procura.

L’uomo una volta avvissato ha provveduto immediatamente a togliere dalla vetrina le povere bestiole, per questo motivo la pena prevista è stata minima, si tratta di un’ammenda di 200 euro. Ma, se il provvedimento sarà avallato dal gip, resterà una condanna penale, contro la quale, ovviamente, il commerciante potrà interporre appello.

Elisabetta Moretti

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close