• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Mostre e convegni

Sulle tracce dei ghiacciai – Alaska, i risultati al festival Memorandum di Roma

Repeat-photography-Grand-Pacific-Glacier-1899-Brabazon-2013-Ventura_Boundary_Commition_photo_crop-Untitled_Panorama_GOOD_crop-300x85.jpg
Grand Pacific Glacier, in Alaska, a sinistra la situazione nel 1899, a destra nel 2013 durante la spedizione di "Sulle tracce dei ghiacciai" (Photo courtesy Brabazon/Ventura)
Grand Pacific Glacier, in Alaska, a sinistra la situazione nel 1899, a destra nel 2013 durante la spedizione di “Sulle tracce dei ghiacciai” (Photo courtesy Brabazon/Ventura)

ROMA — La quarta edizione di Memorandum – Festival di Fotografia Storica fa tappa nella capitale e, anche in quest’occasione, presenta una mostra dedicata al progetto “Sulle tracce dei ghiacciai”. In particolare saranno presentati i risultati dell’ultima spedizione, svoltasi in Alaska nel 2013, senza dimenticare quelle di Karakorum 2009 e Caucaso 2011. L’inaugurazione è fissata per sabato 13 dicembre alle ore 16 presso il Museo Nazionale Preistorico Etnografico Luigi Pigorini.

Negli ultimi anni la maggior parte delle distese di ghiaccio dell’Alaska, che ospita il maggior numero di ghiacciai montani del Pianeta con una superficie di 89mila 901 chilometri quadrati ha perso tanto volume da attrarre l’attenzione di Science che ha pubblicato uno studio che vede in questa riduzione una delle principali cause dell’innalzamento del livello degli oceani. Il Johns Hopkins e il Grand Pacific Glacier, i due ghiacciai più importanti della regione, tanto per fare un esempio, sono arretrati di circa 15 chilometri in poco più di 100 anni, mentre il ghiacciaio Read è arretrato di circa 3,5 chilometri.

Questi sono solo alcuni dei risultati prodotti dalla spedizione in Alaska del progetto “Sulle tracce dei ghiacciai” che, ancora una volta, porta a casa, dopo il Karakorum e il Caucaso, il terzo, entusiasmante bottino: 28 confronti fotografici, 6 panoramiche, georeferenziazione di tutte le immagini, un documentario di 52 minuti. Tutto questo materiale, sommato alle immagini delle due precedenti spedizioni – Karakorum nel 2009 e Caucaso nel 2011 -, arriva nella capitale con una mostra che inaugurerà il prossimo 13 dicembre presso il Museo Nazionale Preistorico Etnografico Luigi Pigorini, nell’ambito di Memorandum, il festival di fotografia storica.

Muir Glacier, a sinistra com'era nel 1941, a destra nel 2013 durante la spedizione di "Sulle tracce dei ghiacciai" (Photo courtesy of Field/Ventura)
Muir Glacier, a sinistra com’era nel 1941, a destra nel 2013 durante la spedizione di “Sulle tracce dei ghiacciai” (Photo courtesy of Field/Ventura)

Il percorso espositivo, che rimarrà aperto al pubblico fino al 25 febbraio, prevede, oltre ai 40 confronti fotografici e alle 14 gigantografie lunghe 3 metri, l’esposizione di fotografie storiche di grande valore, di cui alcune inedite, che hanno subito un lungo processo di restauro, nonché le attrezzature fotografiche e il vestiario dell’epoca a confronto con le attrezzature moderne. La mostra sarà inoltre arricchita dalla video istallazione interattiva dell’artista Paolo Scoppola, intitolata “In cammino nel tempo”. Il pubblico, attraverso semplici gesti, potrà interagire con le immagini: ingrandire i particolari o sovrapporre le foto moderne a quelle storiche per osservare le mutazioni dei ghiacciai avvenute nel tempo.

Durante il periodo della mostra saranno proiettati i documentari delle spedizioni. Il documentario della missione in Karakorum, svoltasi nel 2009, sarà protagonista il 10 gennaio 2015 a partire dalle ore 15; il 24 gennaio sempre alle 15 sarà la volta della missione in Caucaso risalente al 2011; la missione in Alaska, ultima in ordine di tempo, sarà approfondita durante l’incontro del 7 febbraio alle ore 15 con l’inedito documentario della spedizione. Prima e dopo le proiezioni sono previsti incontri con il fotografo e conferenze con i registi Massimiliano Sbrolla, Marco Preti, Tommaso Valente, i ricercatori Claudio Smiraglia, Riccardo Scotti, l’ideatore del progetto Fabiano Ventura, il produttore Roberto Dall’Angelo e i giornalisti Luigi Bignami e Matteo Marini come moderatori.

Info: www.fabianoventura.it/news/la-mostra-sulle-tracce-dei-ghiacciai-a-roma/

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.