News

Dorset, climber muore a picco sul mare

PORTLAND, Gran Bretagna — Tragico weekend sulle falesie delle coste britanniche. Tra sabato e domenica due climber sono precipitati in mare mentre stavano scalando e una donna inglese, impegnata in un’escursione a picco sul mare, è morta in seguito ad una caduta dello stesso tipo.

La donna, 50 anni, era originaria di Bournemouth, una cittadina sulla costa meridionale della Gran Bretagna. Domenica stava facendo un’escursione sulle coste dell’isola di Portland, nel Dorset, quando improvvisamente ha perso l’equilibrio ed è precipitata in mare.
 
Il caso ha voluto che proprio in quel momento ci fosse un soccorso in atto, per recuperare un climber precipitato in acqua a nemmeno 300 metri di distanza, sull’Anvil Point, vicino a Swanage. I tecnici hanno così recuperato anche la donna, che però purtroppo è morta poco dopo l’arrivo in ospedale.
 
Il climber invece, 22 anni, se l’è cavata più che altro con un grosso spavento. E’ andata bene anche ad un altro giovane scalatore, precipitato il giorno prima nella stessa zona, mentre stava tentando di scalare una delle vie più dure della Purbeck Coast: il Marmolata Buttress.
 
Il ragazzo ha perso l’appiglio è rimasto appeso alla corda, a picco sul mare, per più di un’ora prima che i soccorsi, arrivati con una barca della guardia costiera, riuscissero a recuperarlo.
 
Sara Sottocornola

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close