News

Aereo elettrico sorvola le Alpi

PARIGI, Francia — Hanno sorvolato le Alpi a bordo di un aereo spinto da un propulsore totalmente elettrico. L’impresa è stata realizzata lo scorso 23 dicembre dall’associazione francese Apame che si batte per l’utilizzo di motori ecologici per navi e aerei.

 
Il velivolo, manco a dirlo, si chiama Electra. Si tratta di un aereo leggero dalle fattezze non troppo dissimili da quelle del celebre "Spirit of Saint Louis" che realizzò la prima traversata oceanica della storia. E’ equipaggiato con un motore elettrico di 25 cavalli e con batterie a litio polimero.

Pilotato da Christian Vandamme, nei giorni scorsi il velivolo è partito dall’aeroporto di Aspres sur Buëch (Alte Alpi francesi) alle ore 11.50 ed è rimasto nei cieli per circa 48 minuti. Ha percorso in tutto 50 chilometri. Una distanza esigua ma destinata a entrare nella storia.

Per la prima volta infatti è stato realizzato un aereo a energia pulita. Da 30 anni gli esperti sono convinti che in futuro i motori elettrici sostituiranno quelli alimentati a kerosene e derivati del petrolio.
 
Il grosso problema è sempre sto la capacità delle batterie. Ma a quanto pare, con i progressi della tecnologia, l’ostacolo è stato superato. Circa 18 mesi fa l’associazione Apame ha dato il via al progetto del velivolo Electra: «Quando abbiamo iniziato nessuno lo credeva possibile», ha detto Anna Lavrand al Times di Londra.
 
E anche i costi, che un tempo sembravano proibitivi si sono ridotti drasticamente. Il costo energetico di Electra è di 1 euro all’ora contro i 60 centesimi dei velivoli alimentati a petrolio. Mentre motore e batterie costano 10-15mila euro, come i motori quelli classici dei piccoli aeroplani.
 
Quanto a rimpiazzare i grandi jet ce ne vorrà ancora parecchio. Forse dovremmo attendere la conclusione degli studi della Nasa e della Boeing. I due colossi aerospaziali stanno mettendo a punto quello gli esperti hanno definito «la chiave di volta»: ovvero celle combustibili alimentate a idrogeno.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close