News

Troppa neve sul Bianco, ricerche dispersi sospese fino a venerdì

Le ricerche degli scorsi giorni sul Monte Bianco da parte del Soccorso alpino della guardia di finanza e del Soccorso alpino valdostano (Photo courtesy of Ansa)
Le ricerche degli scorsi giorni sul Monte Bianco da parte del Soccorso alpino della guardia di finanza e del Soccorso alpino valdostano (Photo courtesy of Ansa)

COURMAYEUR, Aosta — “C’è ancora troppa neve e occorre aspettare”. Con queste poche parole all’Ansa di Valle d’Aosta i soccorritori hanno commentato la situazione sul Monte Bianco. Questa mattina è stato effettuato un nuovo sorvolo con l’elicottero, ma non è stata trovata alcuna traccia dei due dispersi. Le ricerche riprenderanno venerdì.

É ormai trascorsa una settimana dalla scomparsa della guida alpina Ferdinando Rollando e del suo giovane cliente francese Jassim Mouzani sul versante italiano del Monte Bianco. Sette giorni in cui il maltempo ha pesantemente ostacolato le ricerche sia per i soccorsi valdostani che per quelli francesi.

Questa mattina si è alzato in volo un elicottero con a bordo Adriano Favre, direttore del soccorso alpino valdostano, Oscar Tajola, responsabile del soccorso alpino di Courmayeur. Il mezzo aereo ha sorvolato la zona compresa tra il rifugio Gonella (3071 metri) e la cima del Monte Bianco (4810 metri) senza trovare traccia dei due dispersi. Senza esito anche le ricerche condotte ieri sul versante francese dal Peloton de gendarmerie d’haute montagne (Pghm) di Chamonix, il cui aiuto sarà richiesto nei prossimi giorni solo in caso di segnalazioni importanti.

Sul Monte Bianco oggi splende il sole ed è previsto bel tempo anche per i prossimi giorni. “Approfittiamo del caldo per far assestare il manto nevoso. – ci ha raccontato Favre al telefono – Il pericolo valanghe sta scendendo giorno dopo giorno, ma nelle ore più calde e nei pendii più esposti il rischio è ancora alto, attorno al grado 3 o 4. Inoltre nei giorni scorsi ci sono stati alcuni distacchi piuttosto importanti di neve marcia.”

“Il programma per i prossimi giorni – ha concluso Favre – è di sospendere le ricerche domani, in modo da far assestare il manto appunto. Riprenderemo venerdì sia con perlustrazioni aeree con l’elicottero sia con delle squadre a piedi. Utilizzeremo anche le unità cinofile per perlustrare in particolare i crepacci attorno al Gonella. Proseguiremo sicuramente fino alla fine weekend, poi valuteremo la situazione”

Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close