Turismo

Sciare durante l’estate? Sulle Alpi è possibile


Le piste del passo Stelvio come apparivano pochi giorni fa dall'Hotel Livrio a 3184 metri di quota (Photo courtesy of www.webcam.valtline.it)
Le piste del passo Stelvio come apparivano pochi giorni fa dall’Hotel Livrio a 3184 metri di quota (Photo courtesy of www.webcam.valtline.it)

BERGAMO — Gli appassionati di sport invernali non rinunciano a praticare le discipline nemmeno durante la stagione più calda. Non serve però prendere un aereo per raggiungere le montagne dell’emisfero boreale, dove al momento è pieno inverno. Esistono infatti delle irriducibili località alpine che aprono impianti e piste durante l’estate.

La più conosciuta dagli italiani è sicuramente il Passo dello Stelvio, il cui comprensorio ad oltre 2000 metri di quota può aprire solamente nel periodo estivo. La stagione 2014 è iniziata il 31 maggio e lo scorso weekend c’è stata addirittura una nevicata che ha portato quasi 20 centimetri di neve fresca. La chiusura è prevista per il mese di ottobre, ma tutto dipenderà dalle temperature dei prossimi mesi e dalle condizioni del manto nevoso.

Sempre in Italia, grazie alla grande quantità di neve degli scorsi mesi, ha potuto riaprire per il secondo anno consecutivo il Monte Moro di Macugnaga. Piste e impianti sono stati aperti il weekend del 28-29 giugno e apriranno per tutti i weekend del mese di luglio finchè le condizioni lo permetteranno. Il 28 giugno è la data scelta anche a Breuil-Cervinia per riaprire gli impianti di risalita che portano verso il comprensorio svizzero e le piste ai 3.500 metri di Plateau Rosa, aperte fino al 7 settembre.

In Svizzera si dovrà attendere il 20 luglio per l’apertura estiva del comprensorio di Saas Fee. In Francia sono stati aperti in contemporanea il 21 giugno gli impianti alle quote più alte del comprensorio di Les deux Alpes e Tignes, mentre solo da ieri è possibile sciare all’Alpe d’Huez. In Austria c’è invece il ghiacciaio dello Stubai che resta aperto per tutto l’anno.

Tags

Articoli correlati

Un commento

  1. Mi è capitato di essere sul Plateau Rosa alcuni anni fa in Luglio e dover assistere allo “spettacolo” delle ruspe a 3500m che col braccio distruggevano il ghiacciaio per tritarlo e dare innevamento,con che diritto?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close