News

Valle d’Aosta, 15enne muore dopo un tuffo tra le cascate di Lillaz

Una delle cascate di Lillaz, nel comune di Cogne (Photo Roberto Ferrari courtesy of Flickr/Wikimedia Commons)
Una delle cascate di Lillaz, nel comune di Cogne (Photo Roberto Ferrari courtesy of Flickr/Wikimedia Commons)

COGNE, Aosta — Tragedia ieri in Valle d’Aosta: un 15enne britannico è morto dopo un tuffo tra le cascate di Lillaz. All’origine dell’incidente mortale ci sarebbe stato un violento colpo al torace contro una roccia. Le manovre di rianimazione degli accompagnatori prima e dei soccorritori poi sono purtroppo risultate vane.

Un gruppo di ragazzi britannici e i loro accompagnatori, secondo l’Ansa di Valle d’Aosta, avevano deciso di trascorrere un periodo di vacanza in Valle d’Aosta. Ieri sono partiti dal campeggio in cui alloggiavano, a Villeneuve, per svolgere varie attività, tra cui visitare le cascate di Lillaz, a 1800 metri di quota nel comune di Cogne.

I ragazzi hanno indossato la muta e il caschetto e, sotto la supervisione degli accompagnatori, si divertivano a tuffarsi o a saltare dalle rocce più alte verso le pozze d’acqua. Attorno alle 16 uno dei ragazzi si è tuffato, ma non è più uscito dall’acqua. Immediato l’intervento da parte degli adulti che lo hanno estratto e hanno iniziato le pratiche di rianimazione. Dopo pochi minuti é arrivato l’elicottero del soccorso alpino valdostano con il medico del 118.

Dopo quasi due ore di tentativi, è stato dichiarato il decesso del 15enne. La salma è stata trasportata alla camera mortuaria di Courmayeur a disposizione della Guardia di Finanza di Entreves incaricata delle indagini sull’accaduto. Dalle prime ricostruzioni, non ci sarebbero stati segni esterni sul ragazzo che potrebbe aver urtato violentemente le rocce con il torace, procurandosi così un trauma interno mortale.

Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close