News

Una nuova casa per l’orsa Jurka

immagine

TRENTO — Sarà pronta a breve una nuova "casa" per Jurka, l’orsa catturata a giugno in Trentino. Il recinto dov’è stata rinchiusa, in Val di Non, è troppo piccolo e l’animale sta soffrendo. La nuova area sarà di 7700 metri quadrati e diventerà anche un’infermeria per i plantigradi malati.

Attualmente, Jurka si trova nel recinto nei pressi del santuario di San Romedio, in Val di Non, dove è stata trasferita dopo la cattura. Ma l’orsa ha recentemente manifestato disturbi, probabilmente causati dal poco spazio a disposizione. Il trasferimento si fa sempre più urgente, perchè si avvicina il periodo del letargo invernale.
 
Il nuovo spazio per l’orsa verrà pronto per novembre e sarà nei pressi della località Casteller, la zona della Val Venosta conosciuta per i suoi vigneti. Per il progetto sono stati preventivati 330 mila euro. L’iniziativa è stata presa Servizio foreste e faune della Provincia autonoma di Trento. Lo spazio sarà dotato di un’infermeria e ospiterà i plantigradi bisognosi di cure.
 
Gli ambientalisti, però, sono ancora preoccupati dello stato di salute dell’animale e il movimento "No caccia" ha già avanzato delle critiche al progetto, perchè lo spazio sarebbe ancora troppo piccolo per una animale abituato a vivere in libertà. Sono state raccolte 3000 firme per Jurka ed è prevista una manifestazione per il 13 ottobre.
 
 
 
Candida Cereda
 

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
Close