News

La difficile ricerca del disperso in montagna, Cnsas Piemonte ed Emilia lavorano insieme

Commissione cartografica della XIIa Delegazione Canvesana CNSAS
Commissione cartografica della XIIa Delegazione Canvesana CNSAS

RONCO CANAVESE, Torino — Sabato 26 Aprile, nonostante il ponte festivo, per i tecnici del Soccorso Alpino sarà occasione di lavoro. In Valle Soana, infatti, presso la frazione Convento di Ronco Canavese, si terrà un’esercitazione congiunta tra il Soccorso Alpino e Speleologico Piemontese -SASP-, rappresentato da alcune delegazioni alpine ed il Soccorso Alpino e Speleologico Emilia Romagna -SAER-, presente con quattro stazioni alpine e alcuni rappresentanti della delegazione speleologica. La giornata sarà interamente in capo alla Commissione Cartografica del Soccorso Alpino XIIa Canavesana, per la specificità della suo operato: sviluppare e uniformare le tecniche di ricerca in superficie in ambiente montano, ostile e/o impervio, anche in funzione della pianificazione di protocolli condivisibili, in caso di interventi reali, con Enti dello Stato come VVF, Protezione Civile, CRI, Polizia di Stato, Carabinieri, Guardia di Finanza etc, etc. L’evento, quanto mai importante, dato l’obiettivo di fornire un servizio migliore al cittadino in difficoltà, assume una dimensione molto particolare per svariati motivi. È la prima volta che qui in Piemonte si svolge un’esercitazione dove è coinvolto il Soccorso Alpino di due servizi regionali, rappresentato da alcune loro delegazioni.

Gruppo del SAER
Gruppo del SAER

Sarà un addestramento molto “mirato”, che vede impegnati solo Tecnici del CNSAS -Corpo Nazionale del Soccorso Alpino e Speleologico-, per affinare tecnicismi, mezzi e metodologie di ricerca, sia a supporto dell’attività della Commissione Cartografica, che dell’addestramento delle squadre di terra durante le missioni di ricerca disperso. Parteciperanno numerose UCRS -Unità Cinofile Ricerca Superficie-, provenienti sia dal Piemonte che dall’Emilia Romagna, offrendo ai responsabili della pianificazione delle attività di ricerca, quella situazione di “caos controllato”, che caratterizza, durante una missione reale, l’arrivo in contemporanea sia di molti uomini che di molte Unità Cane-Conduttore. Verranno utilizzate anche unità mobili complesse, non solo quelle in dotazione al Soccorso Alpino, ma anche quella in dotazione alla provincia di To. Nello specifico, quello della provincia è un mezzo pesante Eurocargo 100 E 21 -4×4-, che lavora in totale autonomia, allestito in collaborazione con il CSI Piemonte.

Mezzo della protezione civile di Torino
Mezzo della protezione civile di Torino

Fornito di parabola satellitare, garantisce, sia il funzionamento in modo autonomo, di server, telefonia, rete wireless, collegamenti audio e video e di ripetitori su frequenze radio assegnate alla Protezione Civile e ad altri Enti quali il CNSAS, la CRI, etc. etc.; che un sistema di Geo Localizzazione degli apparati radio in tempo reale. Quest’ultimo di vitale importanza, in caso di eventi calamitosi e/o missioni di ricerca, per mappare e tenere in sicurezza costante squadre e gruppi di lavoro sul territorio interessato.

L’esercitazione, che prenderà il via alle 8.30 del mattino e avrà termine intorno alle 16.30, inizierà con il briefing delle operazioni di ricerca, esattamente come si procede in una situazione reale di ricerca persona dispersa. Questa giornata è ancora una volta la conferma che una delle priorità del CNSAS, attraverso la sua attività di formazione e le esercitazioni ad essa correlate, è proprio quello di avere al suo interno figure specifiche, addestrate ad operare non solo in condizioni e negli ambienti più diversi, ma anche ad utilizzare  tecnologie all’avanguardia. La strada intrapresa dal CNSAS è ben delineata: il Volontariato deve sempre più coincidere con la professionalità; in montagna, come in grotta, in forra od in qualsiasi ambiente ostile od impervio, la buona volontà non salva la vita. Info: Delegazione Canvesana CNSAS

Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close