News

Sui monti Sibillini un convegno internazionale su Alpi, Carpazi e Appennini

I Carpazi (Photo courtesy of Wikimedia Commons)
I Carpazi (Photo courtesy of Wikimedia Commons)

SARNANO, Macerata — Mercoledì 23 aprile a Sarnano, tra i Monti Sibillini inizierà il convegno internazionale “La Convenzione delle Alpi e la Convenzione dei Carpazi: esperienze a confronto. Gli Appennini, una catena montuosa europea”. Un’occasione per confrontare i diversi aspetti e progetti delle catene montuose, passando dalla politica alla ricerca scientifica, senza dimenticare il turismo e lo sviluppo.

“La Convenzione delle Alpi e la Convenzione dei Carpazi: esperienze a confronto. Gli Appennini, una catena montuosa europea” si terrà il 23 e il 24 aprile 2014 a Sarnano , in provincia di Macerata, in concomitanza con le celebrazioni del trentesimo anniversario della fondazione della sezione Cai della cittadina dei Monti Sibillini.

Si tratta di un convegno internazionale organizzato dalla Presidenza Italiana di turno 2013-2014 della Convenzione delle Alpi in collaborazione con il Programma delle Nazioni Unite per l’Ambiente e Segretariato ad Interim della Convenzione dei Carpazi (Unep Vienna – Iscc), l’Accademia Europea di Bolzano, il Contact Point italiano Espon, l’Università degli Studi di Camerino, il CAI nazionale, la Sezione CAI Sarnano e il Comune di Sarnano.

Il Convegno si inserisce all’interno delle attività di cooperazione montana per lo sviluppo sostenibile della montagna portate avanti della Convenzione delle Alpi, e si propone come un momento di confronto tra le esperienze internazionali di negoziato, di governance e di dibattito scientifico maturate in ambito alpino e carpatico al fine di esportare tali esperienze in altri contesti montani come quelli appenninici.

L’obiettivo è quello di individuare temi e traiettorie innovative per le politiche montane e la gestione della montagna come risorsa, avviando un dialogo all’interno di un quadro internazionale per il riconoscimento e la valorizzazione del sistema Appennino. Il programma delle giornate è diviso in quattro sezioni principali: due saranno discusse mercoledì 23 e due mercoledì 24.

La prima sezione riguarda i trattati internazionali e le politiche di montagna con particolare attenzione agli esempi della Convenzione delle Alpi e della Convenzione dei Carpazi. La seconda sezione sarà invece dedicata alle ricerche internazionali nelle regioni montane in cui si partirà dal programma europeo per proseguire con la sostenibilità in quota fino a concludere la serata con una tavola rotonda riguardante gli Appennini.

La seconda giornata sarà aperta dal Presidente Generale del CAI Umberto Martini a cui seguirà l’inizio della terza sezione: Gli Appennini, una catena montuosa europea. Nei vari interventi saranno vagliati tutti gli aspetti, da quello storico, a quello geografico fino ai modelli e alle politiche urbanistiche, territoriali e turistiche. L’ultima sezione è invece interamente dedicata al “Espon on the Road” con l’organizzazione di un Workshop specifico dedicato alla partecipazione delle Regioni alpine e appenniniche.

Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close