News

Usa: salta ancoraggio, muore climber

immagine

SAN FRANCISCO, Usa — Era uno dei climber più in vista della California. Charles Duerig, 50 anni, è morto tragicamente nei giorni scorsi cadendo da una parete della Sierra Nevada. Fatale una caduta di cento metri, probabilmente per la rottura di un ancoraggio. 

Duerig, originario di Castro Valley, stava scalando sul Mount Russell (4.294 metri) insieme all’amico Greg Zaffaroni. Ad un certo punto della salita si sono trovati su un’altra via rispetto a quella che intendevano percorrere.
 
Una via più difficile, più verticale e meno sicura, di cui i due alpinisti non sapevano nulla. A complicare le cose, è sopraggiunto un temporale che ha reso la parete ancora più insidiosa e ha contribuito alla tragica caduta. 
 
I soccorsi, dopo lunghe ricerche, hanno rinvenuto il corpo di Duering in fondo ad un burrone.
 
Dalle indagini è emerso che probabilmente l’alpinista è precipitato mentre stava cercando di fissare un ancoraggio alla roccia. Il volo, di cento metri, lo avrebbe ucciso sul colpo.
 
Duerig – ingegnere elettronico e insegnante di matematica – era anche un noto sciatore e ultramaratoneta. Aveva scalato ad alti livelli in tutti gli Stati Uniti, ma in particolare nello Yosemite e nella Sierra Nevada.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
Close