News

Cai Bg, un “fenomeno” di presidente

immagine

BERGAMO — Paolo Valoti, presidente del Cai di Bergamo, ha dato una bella lezione di alpinismo ieri, a Santa Brigida. Ha scalato il campanile del paese, animando la festa e dimostrando a tutti la sua passione per la montagna.

Santa Brigida domenica scorsa era nel pieno della rassegna "Fungolandia". Secondo il programma, due alpinisti del Cai di Bergamo dovevano "compiere l’impresa", scendendo in corda doppia dal campanile del borgo della Val Brembana. Ma ieri mattina si è verificato un contrattempo. 
  
Così il sindaco di Cusio, Ezio Remuzzi si è rivolto direttamente ai vertici: ha chiesto aiuto a Valoti che non si è tirato indietro. Alle 14 il presidente era sotto il campanile, con altri due alpinisti del Cai, Stefano Morosini e Davide Pordon. Attorno a loro un centinaio di persone ansiose di assistere all’evento.
 
I tre si sono calati in corda doppia dal campanile, ma a pochi metri dall’arrivo il pubblico ha iniziato a chiedere a gran voce la scalata. E Valoti ha deciso di accontentarli. Con una leggera imbragatura e con l’aiuto dei suoi compagni, è salito a mani nude lungo le pietre del lato nord della torre, ed è arrivato senza problemi in cima, tra gli applausi del pubblico.
 
"E’ stato eccezionale – ha dichiarato Remuzzi all’Eco di Bergamo – un vero condottiero, che tutti vogliamo ringraziare". Molto più modeste le parole di Valoti: "L’ho fatto per spirito di servizio verso l’amore per la montagna", ha dichiarato. "Sono istruttore di sci alpinismo – ha poi aggiunto – ma credo di avere anche una buona formazione per le scalate, grazie alle nostre Orobie".
  
Complimenti presidente…
 
 
Valentina d’Angella
 
Foto courtesy of: valbrembanaweb.it

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
Close