Alpinismo

Elio Orlandi, tra Patagonia e Dolomiti

immagine

TRENTO — L’ha incontrata da giovanissimo. E se ne è innamorato perdutamente, tanto da ritornarci oltre venti volte. Ma la sua vita da alpinista non è solo Patagonia. E’ fatta anche di Dolomiti, di Himalaya, di un’infinita passione per la montagna e per i suoi silenzi. Elio Orlandi, 53 anni, si è raccontato ai microfoni di Montagna.tv in questa esclusiva videointervista.

Un video esclusivo, che vi regala una chiacchierata con uno dei protagonisti più in vista dell’alpinismo italiano ed extraeuropeo. Tanto celebre per le sue imprese quanto schivo alle telecamere.
 
La sua carriera è fatta di prime salite e prime ripetizioni su montagne come Cerro Torre, Torri del Paine, Torre Egger, Fitz Roy, Aconcagua, Baghirati. La sua ultima impresa, una splendida via nuova sulla parete est del Cerro Cota, tra le Torri del Paine, aperta con Rolando Larcher, Fabio Leoni e Michele Cagol.
 
Nell’esclusiva videointervista di Montagna.tv, Orlandi vi racconta le sue imprese più belle, la sua visione dell’alpinismo e della montagna. Parla di come ha iniziato a scalare, del perchè preferisce la Patagonia all’Himalaya, di cosa vede nel suo futuro. Buona visione!
 
 
Sara Sottocornola
 
 
Elio Orlandi, trentino, classe 1954, è guida alpina, alpinista e anche regista. Tra le sue opere cinematografiche, ci sono Magico Est, Patacorta, Cuore di Ghiaccio, Cerro Torre… Nord e ancora Nord.
 

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
Close