Alpinismo

Esclusivo: gli eroi del GII in video

immagine

MILANO — "E’ stata un’esperienza lunga e complicata, in cui si sono alternate tante emozioni: gioia, preoccupazione, fatica". Sono queste le prime parole di Daniele Bernasconi, uno dei tre eroi del GII, che sono tornati in Italia questa mattina dopo l’emozionante impresa compiuta sulle nevi del Gasherbrum II, 8035 metri al confine tra Cina e Pakistan.

Daniele Bernasconi e Michele Compagnoni sono rientrati questa mattina alle 10 all’aeroporto di  Milano Malpensa, dopo un lungo viaggio aereo. Anche Karl Unterkircher è rientrato in Italia. Poche ore fa, con un volo da Parigi a Monaco, e poi in auto attraverso il Brennero, l’alpinista ha raggiunto i suoi familiari in Alto Adige.
 
I tre eroi hanno compiuto la più importante impresa alpinistica degli ultimi dieci anni. Lo scorso 20 luglio, alle otto di sera, (le 14 in Italia), l’altoatesino Unterkircher e il lecchese Bernasconi hanno raggiunto la vetta del GII, salendo dallo spigolo Nord, una parete fino ad allora inviolata.
 
Michele Compagnoni è salito con i compagni fino a 7850 metri di quota. Poi, per problemi fisici, ha dovuto compiere la difficile scelta di rinunciare alla vetta. Ha deciso di attraversare sulla sella ovest, all’altezza del pilastro dorato, mentre gli altri salivano in cima.
 
Poi i tre eroi si sono ritrovati sulla parete Sud per effettuare la discesa. Il tutto con grande spirito, grande iniziativa e tanta forza di volontà, oltre che abilità fisica.
 
E ora ai nostri alpinisti non resta che tornare a casa, dove sicuramente li aspetterà una grande festa.
 
 
 
Greta Consoli

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
Close