News

Allarme legionella sugli Urali

immagine

MOSCA, Russia — L’allarme sanitario è schizzato a livelli mai visti in queste ore in Russia. Circa 100 persone sono state ricoverate per sospetta legionellosi, un micidiale malattia polmonare.

L’epidemia è accaduta a Verkhnaia Pishma, città dei monti Urali. L’infezione polmonare, che non è trasmissibile da uomo a uomo, avrebbe già mietuto tre vittime. Diagnosi confermata per almeno 96 pazienti, sei dei quali si trovano in terapia intensiva, 85 in condizioni serie.
Stando a quanto si è appreso da autorità del governo russo, il batterio della polmonite (il Legionella pneumophilasi, nella foto) era annidato nelle condutture dell’acqua calda della città.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
Close