News

Maltempo: 715 morti in Cina

immagine

PECHINO, Cina — Da 15 giorni forti piogge flagellano la Cina. I fiumi si sono ingrossati e hanno passato il livello critico. Frane e inondazioni hanno causato circa 715 morti in tutta la nazione. 

Ieri, mentre le province del nord erano alle prese con un’indondazione, nel sud-est del Paese un tornado si è abbattuto su 33 villaggi, scaricando pioggia per 6 ore consecutive.
 
Nel sud-ovest del Paese, a Chinqon la tempesta ha danneggiato strade e ha causato l’interruzione dell’energia elettrica in diverse zone della metropoli.
 
Il più lungo fiume cinese, lo Yangtze, ha superato la soglia critica di sette metri, straripando nel tratto settentrionale. Esondando, ha trascinato via tra le sue acque due contadini. Il fiume ha anche causato frane e allagamenti. Sulle montagne della provincia di Jinghe massi caduti e fango hanno formato una diga che ha isolato una valle, imprigionando dei pastori.
 
Nella contea di Jing-chuan, a nord-ovest del Gansu, martedì mattina sono caduti 150 millimetri di pioggia. In questa zona si contano due morti e un disperso. Settantadue villaggi sono stati colpiti dalla pioggia intensa e 430 abitazioni sono andate distrutte. 
 
La calamità ha già causato molti danni, ma le previsioni metereologiche non sembrano prevedere miglioramenti nei prossimi giorni.
 
 
 
 
Candida Cereda
 

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
Close