AlpinismoAlta quotaNews

La vera fine del libro. L’urlo di gioia di Simone Moro al Nanga Parbat

Simone Moro Nanga Parbat: la gioia alla fine del libro (Photo ©The North Face/David Göttler)
Simone Moro Nanga Parbat: la gioia alla fine del libro (Photo ©The North Face/David Göttler)

ISLAMABAD, Pakistan — “Ho finito il mio librooooooooooo!” Questo l’urlo di gioia lanciato ieri sera da Simone Moro nella sua tenda alle pendici della parete Rupal del Nanga Parbat. La foto lo ritrae nel momento esatto in cui alzava le braccia al cielo dopo aver digitato sulla tastiera l’ultimo punto alle ore 22.

“Oltre 200 cartelle – dice un Simone Moro molto soddisfatto di aver portato a termine il lavoro -, scritto in 20 giorni di attesa o brutto tempo, è già una piccola vetta raggiunta in questa spedizione, il mio quinto libro”.

Il volume parla della sua carriera di pilota e del suo progetto in Himalaya, dagli albori fino ad oggi, con un intreccio continuo con le esperienze  e gli avvenimenti della sua vita da alpinista.  “Tante storie e personaggi diversi – ci spiega il bergamasco -, l’inizio della passione, la decisione di diventare pilota, la trafila per l’ottenimento delle licenze americana e europea e poi i voli in Nepal, il mio elicottero, i record, le tragedie e altro ancora”.

Tags

Articoli correlati

Un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
Close