• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Natura, Primo Piano

Alpi: le lepri sono stressate dal turismo invernale

mountain-hare-300x200.jpg

mountain-hareBERNA, Svizzera — Le lepri che vivono in zone turistiche o molto frequentate dalle persone sono più “nervose” e “stressate” delle altre. Lo dimostra una ricerca austro-svizzera sugli escrementi delle lepri, pubblicata di recente sul “Journal of Applied Ecology”.

Da tempo si parla del presunto stress causato dal turismo alpino negli animali selvatici, siano essi uccelli o mammiferi. Nei giorni scorsi ne è arrivata una prova scientifica, grazie ad una ricerca coordinata da Maik Rehnus, biologo della fauna selvatica dello Swiss Federal Research Institute.

Rehnus ed alcuni colleghi hanno raccolto e analizzato diversi campioni di fatte, ossia escrementi, di lepri selvatiche sulle Alpi Svizzere: i residui ormonali in esse contenuti forniscono infatti un’indicazione sul livello di stress degli animali.

A quanto pare i risultati delle analisi hanno confermato che effettivamente le lepri sono più stressate se vivono in zone molto turistiche: in queste zone vengono disturbate durante il loro riposo diurno, e sono portate a consumare più energia nel periodo dell’anno in cui sono più deboli perchè il cibo è meno accessibile a causa della neve. Le conseguenze gravano poi sulla salute e sulla riproduzione della specie. I ricercatori raccomandano perciò di preservare delle zone di “quiete” per gli animali selvatici anche nei comprensori.

Links: Online Library

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.