• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Meteo

Freddo artico alle porte: settimana di neve e brusco calo termico

Rifugio Brioschi 23 novembre
Il Rifugio Brioschi (Grigna Settentrionale) dopo la nevicata della scorsa settimana (Foto 23 novembre, pagina FB Rifugio Brioschi)

BERGAMO — E’ questione di ore. La prima, vera, ondata di freddo di questo autunno-inverno sta per investire l’Italia e si concentrerà in particolare sul settore orientale. Tra martedì e mercoledì ci sarà un vero e proprio tracollo termico, con rovesci nevosi che colpiranno in particolare le regioni orientali e meridinionali della Penisola, fino a quote molto basse.

L’ondata arriva direttamente dall’Artico, portata da una circolazione depressionaria che dall’Ucraina si dirige verso il Mar Egeo. Sulle regioni adriatiche spireranno venti gelidi e tesi di Grecale e Tramontana e si verificheranno fenomeni anche temporaleschi. La neve cadrà a quote molto basse, fino in collina su Romagna, Marche, Abruzzo e Molise e addirittura nell’immediato entroterra costiero. Neve anche sull’Appennino campano, le Murge, il Gargano, e sui rilievi della Sicilia (300/800m da nord verso sud).

Le città favorite per la neve potranno essere Urbino, Macerata, Fermo, Ascoli Piceno, Teramo, l’Aquila, Chieti, Campobasso a tratti anche Pescara e Termoli. Meno probabile lungo le spiagge di Rimini, Pesaro ed Ancona, a causa dei forti venti di grecale che spireranno per l’intero periodo; tuttavia la neve potrebbe accumulare nelle immediate colline alle porte di queste città o comunque sopraggiungere mista a pioggia durante i rovesci più intensi.

Ampie schiarite invece al Nord, Sardegna e medio-alto Tirreno ma con clima freddo, specie nottetempo ed al primo mattino, con temperature attorno allo 0° anche in città. In Valpadana i picchi di freddo potranno toccare i -4° e a 1000 metri di quota anche i -8/-10°C.

Secondo 3bmeteo.com, giovedì l’alta pressione dovrebbe riportare un tempo più stabile. L’inizio di dicembre è previsto con bel tempo su tutt a l’Italia, anche se spifferi freddi da Est potrebbero causare qualche guasto.

 

Visita la pagina Facebook del Rifugio Brioschi

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.