• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
News

Everest: il ciclone si placa, la situazione migliora al Laboratorio Piramide

Laboratorio Piramide 15 ottobre 2013 (Photo Pema Sherpa)
Laboratorio Piramide 15 ottobre 2013 (Photo Pema Sherpa)

LOBUCHE, Nepal — Sembra placata la situazione meteorologica nella zona dell’Everest, dove nelle scorse 48 ore si è scatenato il ciclone Phailin con intense bufere di neve. Al Laboratorio Piramide, dove si contano 80 centimetri di neve al suolo, lo staff tecnico guidato da Gianpietro Verza è finalmente riuscito a spegnere i generatori e liberare dalla coltre bianca i pannelli solari appena installati dalla spedizione Cobat-Evk2Cnr.

“Il meteo è migliorato questa mattina – racconta Verza – il sole velato ma caldo sta fondendo la neve”. Tutta un’altra situazione rispetto a ieri, quando lo staff della Piramide, dopo ore di lavoro, era riuscito a liberare i pannelli solari soltanto per poche decine di minuti prima che fossero di nuovo ricoperti da una spessa coltre di neve.

I ciclone Phailin è stato definito il peggiore che abbia conosciuto l’India negli ultimi 14 anni, ed ha provocato la più grossa evacuazione da ben 23 anni. Si contano ad oggi una trentina di morti e 550mila sfollati, oltre a numerosi danni alle infrastrutture. Nel weekend il suo centro si è spostato sul Nepal dove ha investito l’Himalaya occidentale e la zona dell’Everest. Stanotte è andato esaurendosi.

Il miglioramento atmosferico ha favorito qualche spostamento anche nell’alta Valle del Khumbu. I ricercatori dell’Istituto di Ricerca sulle Acque (IRSA- Cnr) che si trovavano bloccati in un lodge di Periche, 4200 metri di quota, a causa del maltempo, questa mattina sono riusciti a salire fino a al lodge di Tukla, 4600 metri, dove però si è fermato. Per sicurezza, su richiesta di Agostino Da Polenza, il gruppo non ha proseguito nel percorso verso la Piramide che potrebbe risultare difficoltoso a causa dell’alta neve fresca al suolo. Il gruppo si trova in zona per una campagna sul sistema idrografico della regione.

Nel frattempo, su Facebook iniziano a circolare fotografie della nevicata record degli ultimi due giorni. In allegato vedete alcuni scatti diffusi da Pema Sherpa, uno dei tecnici del laboratorio Piramide, che ha scritto “dopo due giorni di nevicate ininterrotte, finalmente siamo riusciti ad uscire e a fare qualche scatto. Ci sono almeno 75-80 cm di neve al suolo”.

Piramide, 80 cm di neve (Photo Pema Sherpa)
Piramide, 80 cm di neve (Photo Pema Sherpa)

La neve attorno al Laboratorio Piramide (photo Pema Sherpa)
La neve attorno al Laboratorio Piramide (photo Pema Sherpa)

Il Laboratorio Piramide sotto la forte nevicata di ieri,  14 ottobre 2013
Il Laboratorio Piramide sotto la forte nevicata di ieri, 14 ottobre 2013

 

 

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.