Turismo

Estate 2007, boom della montagna

immagine

CORDOPIO, Udine — L’estate 2007 sembra iniziare sotto un positivo auspicio per la nostra montagna. Dopo le difficoltà della scorsa estate causate dal maltempo,le stime di quest’anno sembrano registrare una forte crescita turistica sulle Alpi. In particolare, per le regioni del Friuli Veneza Giulia, del Trentino e del Piemonte.

"Le prenotazioni per l’estate in Friuli Venezia Giulia sono aumentate del 12 per cento"- ha dichiarato il direttore generale dell’ente TurismoFvg (Turismo in Friuli Venezia Giulia), Josep Ejarque -. La regione si sta impegnando nella rivalutazione delle prorpie montagne sotto il profilo naturale e culturale.
 
Anche il Trentino punta notevolmente sul turismo estivo: in Alta Badia, dove il turismo estivo conta già il 36 per cento dell’afflusso annuale, si punta a far crescere la percentuale al 40 per cento.
In Piemonte, i buoni risultati ottenuti durante le Olimpiadi invernali del 2006 sembrano aver portato benefici duraturi per il turismo sulla neve. Ma ora l’impegno è tutto nella rivalutazione della "montagna alternativa", ossia dell’alta quota in veste estiva.
  
Le previsioni restano buone, dunque, a dispetto del maltempo che sta imperversando sui rilievi alpini dalla fine di maggio. Probabilmente, la spiegazione sta nel fatto che i turisti sembrano rispondere bene agli sforzi delle regioni e degli operatori turistici, che si stanno impegnando per riproporre le nostre montagne ai turisti, non solo come meta naturale e sportiva, ma anche che culturale e gastronomica, secondo le peculiarità di ogni zona.
                                                                                                                             
Candida Cereda

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Leggi anche

Close
Back to top button
Close