News

Boom di nascite di animali selvatici

immagine

CAMPOBASSO — Se l’inverno è tiepido, gli animali si comportano come a primavera. In Molise si è registrato un aumento straordinario e anticipato delle nascite di cervi, lupi e cinghiali, e ora automobilisti e agricoltori lamentano i rischi.

Oggi il Molise, ieri il Piemonte: la questione dell’aumento degli animali selvatici si fa sempre più di interesse nazionale. Se a Cuneo i coltivatori hanno protestato davanti alla prefettura per chiedere la protezione dei campi dai cinghiali, oggi anche i molisani lanciano l’allarme.
 
Tutta colpa del caldo eccezionale dei passati mesi invernali, che continua a far parlare di sè. Secondo la Coldiretti il clima mite ha provocato comportamenti anomali nell’accoppiamento di molte specie selvatiche ed una diminuzione della selezione naturale sui cuccioli.
 
Risultato: una crescita esponenziale e anticipata delle nascite in primavera, con serie conseguenze per le colture. Inoltre animali come i cervi, lupi e cinghiali, costituiscono un serio pericolo per la sicurezza degli automobilisti sulle strade.
 
 
 
Valentina d’Angella

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close