• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Curiosità

L'orologio nel cuore della montagna, segnerà il tempo per 10.000 anni

The Clock of the long now (Photo courtesy solidsmack.com)
The Clock of the long now (Photo courtesy solidsmack.com)

VAN HORN, Texas — Si trova nella profondità di una montagna di calcare nell’Ovest del Texas, vicino a Van Horn. E’ l’Orologio del Lungo Presente, chiamato anche Orologio Long Now, ed è stato progettato per scandire il tempo da qui ai prossimi 10.000 anni. L’idea e il progetto sono della Long Now Foundation, organizzazione privata che promuove una filosofia di vita basata sul binomio “più lento-migliore” contrapposto al “più veloce-meno costoso” dei tempi odierni. Il progetto ha coinvolto nomi quali Jeff Bezos, patron di Amazon, Kevin Kelly, scrittore, ambientalista e cofondatore della rivista Wired, e il musicista Brian Eno. Sembrerebbe la trama di un film o di un libro di fantascienza, eppure esiste ed è reale. In tutti i suoi 100 metri di altezza.

In inglese si chiama “The Clock of the Long Now” è alto circa 100 metri e terrà il tempo per i prossimi 10 mila anni, alimentato da energie pulite e praticamente in autonomia, avendo bisogno del minimo intervento umano per funzionare. Progettato da Danny Hillis (ingegnere, inventore e designer), è stato assemblato in California e a Seattle, ma si trova nel Texas occidentale, all’interno di una montagna di proprietà di Jeff Bezos, patron di Amazon, che l’ha messa a disposizione per custodire il prezioso orologio.

La salita verso la bocca del tunnel (Photo longnow.org)
La salita verso la bocca del tunnel (Photo longnow.org)

Secondo quanto si legge sul sito dell’organizzazione, per raggiungere l’ingresso della “torre dell’orologio” bisogna compiere un cammino di un giorno. Un portale di acciaio inossidabile ricoperto di giada – posto a 500 metri di quota dal deserto sottostante – fornisce l’accesso al ventre della montagna. Come nelle miniere di Moira del Signore degli Anelli, anche in questo caso ci si inoltra negli abissi di roccia lungo un buio corridoio, fino a scoprire un pozzo verticale dal diametro di 12 metri e alto oltre 200 metri. A quel punto comincia la lunga scala a chiocciola di pietra, che porta verso l’alto, verso il quadrante dell’orologio, grande 8 metri di diametro.

“La facciata dell’orologio si trova in una sala circolare posta al vertice del pozzo – spiega Paolo Pontoniere sul quotidiano La Repubblica -. Sulla via verso l’apice il visitatore passa prima di fronte al sistema di pesi e contrappesi che fanno da motore dell’orologio: una pila di pietre levigate delle dimensioni di una cinquecento e che pesa oltre 3000 chili”. Salendo si scoprono i vari pezzi dell’Orologio del Lungo Presente: l’argano, i contrappesi, ruote circolari. Queste ultime, una ventina, si trovano in una sala e suonano: melodie – oltre 3 milioni e mezzo – che Brian Eno ha programmato tramite una “generatore di melodie” per i rintocchi dei prossimi 10 mila anni. Ogni musica verrà “suonata” dall’orologio una solo volta, e cadenze di tempo attualmente non precisate: suonerà quando un visitatore lo andrà a muovere ma anche in assenza di persone.

L'orologio Long Now (Photo blog.longnow.org)
L’orologio Long Now (Photo blog.longnow.org)

Più in alto, scalando l’interno della montagna, si arriva infine alla facciata dell’orologio che dovrebbe essere alimentato da una o più fonti rinnovabili. Tra questi l’energia prodotta tra gli scarti di temperatura tra il giorno e la notte registrati in cima al monte. Il macchinario è stato realizzato in titanio, acciaio e ceramiche. Il meccanismo è invece rinchiuso in una scatola di quarzo.

Perché un orologio che segna il tempo per 10.000 anni? Secondo quanto si legge sul sito della Long Now Foundation, prima di tutto per proiettare gli uomini in un futuro molto lontano. Per portarli a pensare, cioè, alle generazioni e al mondo che sarà fra tante migliaia di anni, sollevando in questo modo domande, questioni e preoccupazioni altrimenti poco considerate. Solo pensare che il pianeta esisterà fra 10.000 di anni invita a preoccuparsene già da oggi, rispondendo positivamente alla domanda: siamo dei buoni antenati?

Nella speranza di chi l’ha inventato, orologio è solo il primo di questo tipo, tanto che nell’Est Nevada sarebbe già stata individuata un’altra montagna adatta ad ospitarne un secondo esemplare. Un progetto romantico, romanzesco e fantascientifico, penserà qualcuno. Ma come si dice: senza la capacità di immaginare quello che ancora non c’è, l’uomo non avrebbe inventato sommergibili, aeroplani e orologi, persino millenari.

Il fianco della montagna del The Clock of the Long Now (photo blog.longnow.org)
Il fianco della montagna del The Clock of the Long Now (photo blog.longnow.org)

 

 

Info: longnow.org/clock

 

 

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.