• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Alpi e pareti, Alpinismo, Alta quota, Karakorum, Top News

India: prima salita del Plateau Peak, 7000 nel Saser Group

Plateau Peak parete sud che si alza sopra il Sakang Lungpa Glacier (Photo Divyesh Muni - aaj.americanalpineclub.org)
Plateau Peak parete sud che si alza sopra il Sakang Lungpa Glacier (Photo Divyesh Muni – aaj.americanalpineclub.org)

LEH, India – Una spedizione indiana ha salito per la prima volta l’inviolato Plateau Peak, cima di 7287metri nel gruppo dei più noti Saser Kangri, nella remota regione del Ladakh, Karakorum orientale indiano vicino al confine tra Cina e Pakistan. Gli alpinisti fanno parte della sezione di Calcutta dell’Himalayan Club, che negli ultimi anni si è concentrata sulla salita di diverse montagne di 7000 metri.

Il permesso di salita del Plateau Peak, come per altre cime della zona, è concesso dal governo solo a spedizioni indiane o miste indiane e straniere, a patto che gli alpinisti indiani siano il 50 per cento dei componenti. La montagna è alta 7287metri e sorge vicino al Saser Kangri I (7673 metri) e alle altre vette del Saser Group, non molto frequentate dagli alpinisti stranieri (anche in ragioni di queste limitazioni), sebbene solo nel 2012 gli americani Steve Swenson, Mark Richey e Freddie Wilkinson vinsero un Piolet d’Or proprio per la prima salita del Saser Kangri II Est.

Secondo il quotidiano Telegraphindia.com, che riferisce la notizia, la spedizione indiana è arrivata al Plateau Peak a inizio luglio, raggiungendo la vetta alle 13.30 del giorno 31 dello stesso mese. A salire in cima al Plateau Peak sono stati 9 alpinisti: 4 indiani – Debraj Dutta, (capo spedizione di 32 anni), Subrata De (45 anni), Pradeep Chandra Sahoo (47anni) e Prasanta Gorai (27 anni), e 5 Sherpa – Dawa Sherpa, Lakpa Norbu Sherpa, Lakpa Tenzing Sherpa, Mingma Sherpa e Phurba Sherpa. Al campo base invece sarebbero rimasti Biplab Banerjee, Parag Kr Mitra, Aadrito Paul, Ganesh Saha, Chetna Sahoo, Gyaltzen Sherpa, Karma Thimle Sherpa e Pasang Gyaltzen.

Il team indiano in vetta (Photo www.telegraphindia.com)
Il team indiano in vetta (Photo www.telegraphindia.com)

In base al British Mountaineering Council la maggior parte dei tentativi passati sulla montagna ha provato la salita dal West ridge, attaccando dal South Pukpoche Glacier. Lo stesso hanno fatto anche questa volta gli indiani, che hanno posto il campo base sul ghiacciaio, a quota 4750 metri: per raggiungere la cima hanno fatto 4 campi alti.

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.