AlpinismoAlta quota

Himalaya, prima salita del pilastro sud del Kyashar

Nima line sul pilastro sud del Kyashar (Yasuhiro Hanatani - daily.epictv.com)
Nima line sul pilastro sud del Kyashar (Yasuhiro Hanatani – daily.epictv.com)

KATHMANDU, Nepal — I giapponesi Hiroyoshi Manome, Tatsuya Aoki e Yasuhiro Hanatani hanno compiuto la prima salita assoluta del pilastro sud del Kyashar, la vetta di 6.769 metri nella regione nepalese del Khumbu, situata nel Mahalangur Himal. La via si chiama “Nima line”, è lunga 2200 metri ed è stata aperta dal trio in 7 giorni, con 6 bivacchi in parete. Prima di loro numerose cordate avevano tentato di arrivare in vetta da quel pilastro, ma sempre fallendo.

La scalata risale a novembre, ma la notizia è apparsa sulla stampa di settore solo pochi giorni fa. I tre giapponesi hanno strappato la prima salita sul pilastro sud del Kyashar aprendo una via di ben 2200 metri che hanno valutato di difficoltà ED+, 6a, M5. Gli alpinisti avrebbero installato il campo base a quota 4300 metri, nei pressi del villaggio di Tangnag, a soli 200 metri di distanza dall’attacco del pilastro, e dopo essersi acclimatati scalando il vicino Mera Peak, sono partiti la mattina del 6 novembre per l’attacco di vetta.

“Abbiamo dovuto fare 5 bivacchi prima di raggiungere la cima – ha spiegato Manome in un tweet risalente al 28 novembre -, e uno durante la discesa. Quindi in totale la via ci ha richiesto 7 giorni con 6 bivacchi. La via è davvero molto impegnativa, ma abbiamo avuto la soddisfazione di sapere di aver raggiunto la cima”.

Secondo quanto riferisce il sito del British Mountaineering Council, la prima salita ufficiale della montagna risale all’ottobre del 2003, ad opera di Sam Broderick, Andi Frank e Bruce Normand che salirono dalla cresta ovest, lungo il versante ovest, dal colle tra Kyashar e il Kusum Kanguru. Prima di allora avevano provato alpinisti del calibro di Mick Fowler e Paul Ramsden, che avevano tentato la salita dal pilastro sud est. Rispetto al pilastro sud, un tentativo importante era stato quello dell’anno scorso realizzato da Andy Houseman e Nick Bullock

More info: www.thebmc.co.uk

Tags

Articoli correlati

Un commento

  1. Bellissima via,dopo la mazeno ridge dei britannici e’ la piu’ candidabile al piolet d’ or………………….ma la mazeno stacca tutte anni luce.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
Close