AlpinismoAlta quota

Manaslu, è ghiaccio vivo: Mondinelli e soci ora fermi per maltempo

Silvio Mondinelli campo base (Foto d'archivio)
Silvio Mondinelli campo base (Foto d’archivio)

KATHMANDU, Nepal — “Nevica. Stanotte ha messo 45 centimetri. Siamo fermi per qualche giorno, poi l’ultima salita di acclimatamento e tenteremo la vetta”. E’ ferma al campo base la spedizione al Manaslu di Silvio Gnaro Mondinelli, che si trova in Nepal con Christian Gobbi e Alberto Magliano per salire sugli 8.167 metri dell’ottomila himalayano.

“Le condizioni della montagna sono pessime – racconta Mondinelli -. Fino a qualche giorno fa era ghiaccio vivo. Questa volta durante il monsone ha nevicato poco, e sulla via di salita c’erano crepacci aperti e passaggi molto brutti. Il ghiacciaio si è ritirato davvero molto. In questi giorni, però, ha messo un po’ di neve, solo stanotte ne sono caduti 45 cm. Noi siamo fermi qualche giorno per riposare, appena migliora il meteo saliremo per un ultimo acclimatamente e vedremo se le condizioni sono migliorate”.

Mondinelli guiderà il tentativo di salita che vedrà protagonisti Christian Gobbi, alpinista e finanziere della Valsesia, e Alberto Magliano, alpinista milanese di origini triestine noto per essere stato il primo alpinista non professionista a concludere le 7 summits. Enrico Dalla Rosa, quarto membro della spedizione, è già ripartito per l’Italia.

“Sarà il brutto tempo, ma il campo base qui è un po’ triste – confessa Mondinelli -. Non c’è un “alpinista” nemmeno a cercarlo. Sono quasi tutte spedizioni commerciali i cui clienti hanno poca o nulla esperienza in Himalaya. Va bene, eh, soprattutto per il Nepal che ne guadagna per il turismo. Ma io ero abituato ad altre cose, quando ho iniziato a venire in Himalaya era tutto diverso. C’è Marco che ci viene a trovare, ci sono tre tedeschi che vogliono tentare la vetta in giornata, ma per il resto è calma piatta. Inizio a trovare tutto molto ripetitivo. Sarà l’età?”.

Malinconiche riflessioni, che però probabilmente rispecchiano il cambiamento dei tempi anche in Himalaya. Ma presto il tempo volgerà al meglio, e così anche gli umori degli alpinisti al campo base che, passando all’azione, ritroveranno l’entusiasmo della salita.

Tags

Articoli correlati

Un commento

  1. BISOGNA incominciare a riempirsi di qualcos’altro gnaro,le montagne non bastano piu’.Speriamo di incontrarti ad alagna o sul monte rosa,sei sempre un esempio di alpinista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close