News

Ferita sul Sentiero delle Orobie, salva dopo 8 ore

Rifugio Coca da cui sono partiti i soccorsi (Photo courtesy of www.orobie.in)
Rifugio Coca da cui sono partiti i soccorsi (Photo courtesy of www.orobie.in)

VALBONDIONE, Bergamo — Brutta avventura ieri mattina per un’escursionista che si è infortunata mentre percorreva il Sentiero delle Orobie con un’amica. Impossibilitata a proseguire ha dovuto attendere l’arrivo dei soccorsi per 8 ore, a causa della fitta nebbia che ostacolava l’avvicinamento e il recupero.

Le due amiche stavano percorrendo ieri il Sentiero delle Orobie Orientali che dalla frazione di Ardesio, Valcanale giunge fino al Passo della Presolana in Valle Seriana. Attorno alle 11, una di loro è caduta in località Cimal, nel tratto tra il rifugio Baroni al Brunone e il rifugio Coca.

La caduta ha procurato alla giovane un problema piuttosto serio al gionocchio sinistro, tanto che non è stata più in grado di camminare. Lanciato l’allarme l’eliambulanza si è immediatamente alzata in volo per il recupero, ma a causa di condizioni meteorologiche avverse non ha potuto avvicinarsi al punto esatto in cui si trovavano le due escursioniste.

Grazie ad una schiarita, il mezzo aereo ha successivamente sbarcato i tecnici del Cnsas di Valbondione presso il rifugio Coca, a 1982 metri di quota, con le attrezzature necessarie all’intervento. I soccorritori hanno raggiunto le ragazze a quota 2400 metri e, imbarellata la ferita, le hanno riportate a valle a piedi. Una volta arrivate a Valbondione poco dopo le 19 l’infortunata è stata issata sull’elicottero che l’attendeva per il trasporto agli Ospedali Riuniti di Bergamo.

Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close