News

Incidente sul Col dei Bos, grave una rocciatrice straniera

Col dei Bos e sullo sfondo il Lagazoui (Photo Unterillertaler)
Col dei Bos e sullo sfondo il Lagazoui (Photo Unterillertaler)

CORTINA D’AMPEZZO, Belluno — Brutto incidente in parete per una climber straniera sulle Tofane, nelle Dolomiti Ampezzane. La donna è volata per una decina di metri mentre arrampicava sulla via Ada che sale sul Col dei Bos: secondo le prime informazioni sarebbe finita sotto una cengia dove altri rocciatori l’hanno raggiunta per aiutarla, lanciando l’allarme al 118.

Secondo quanto riferisce il Soccorso alpino veneto, intervenuto sul posto dell’incidente con l’elicottero del Suem di Pieve di Cadore, sarebbero gravi le condizioni della rocciatrice infortunatasi ieri sulle Dolomiti sopra Cortina d’Ampezzo. La donna, che scalava con un’amica, al momento della caduta era arrivata a circa metà della via Ada, un itinerario di 600 metri per 350 metri di dislivello che sale sulla parete sud del Col dei Bos, alto 2559 metri.

L’elicottero del soccorso alpino è volato fino a quota 2300 metri, riuscendo a sbarcare sul terrazzino il medico e un tecnico. La donna è stata imbarellata e recuperata con un verricello di circa 10 metri, per essere poi imbarcata e trasportata all’ospedale di Belluno con sospetti politraumi.

Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close