News

Alpi Francesi: ritrovato il cranio del 27enne italiano scomparso da agosto

Rifugio de Vens (Photo courtesy of larchie.pagesperso-orange.fr)
Rifugio de Vens (Photo courtesy of larchie.pagesperso-orange.fr)

SAINT DALMAS LE SELVAGE, Francia — Sembrano appartenere al giovane italiano scomparso l’agosto scorso i resti umani ritrovati nelle scorse settimane nella zona del Mercantour, sulle Alpi francesi. Si tratterebbe di un cranio, e forse di alcune ossa, ritrovati ad inizio gennaio nel comune francese di Saint-Dalmas-le-Selvage.

Solo in questi giorni la gendarmeria francese ha reso noto che il ritrovamento riguarda i resti di Mattia Tondelli, un 27enne di Parma scomparso il 6 agosto 2011 sulle montagne della Valle della Tinée, sulle Alpi Marittime francesi.

Il giovane, dopo la laurea, era stato assunto per il mese d’agosto dal gestore del rifugio Rabuons che si trova a quota 2523 metri sul massiccio del Mercantour. Venerdì 5 agosto si era recato fino al rifugio de Vens, a quota 2380 metri dove aveva trascorso la notte.

Al mattino, secondo i testimoni, si era avventurato in un luogo piuttosto impervio chiamato Chemin de l’Energie e da lì si erano perse le sue tracce. Le ricerche sono proseguite per parecchi giorni dopo la sua scomparsa senza alcun risultato. Il 10 gennaio i resti ossei sono stati ritrovati nella zona del comune di Saint-Dalmas-le-Selvage e pochi giorni fa è arrivata la conferma dell’identificazione.

Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close